La FERCAM S.p.A.

La FERCAM S.p.A. di Bolzano è sotto processo per estorsione nei confronti dei lavoratori. Dopo molti rinvii provocati dai legali di Fercam, finalmente giovedì scorso (24 febbraio 2011) qualcosa sembra muoversi. Gli articoli che alla questione hanno dedicato i due quotidiani locali (Alto Adige e Corriere dell'Alto Adige).

 Un veloce richiamo solo per una migliore comprensione

Il tutto è partito tre anni fa quando una quindicina di camionisti (13 dei quali erano stati tra i fondatori del COBAS aziendale) portarono alla Magistratura tutta la documentazione utile a dimostrare che gli autisti venivano costretti a guidare  per 13/14 ore consecutive col trucco delle ferie false e dei doppi dischi, con giornate di lavoro che spesso duravano anche 20 ore ecc. Naturalmente senza che Fercam pagasse questo lavoro spinto oltre ogni umano limite.

Il rinvio a giudizio si fonda su 6000 pagine di documentazione raccolta dal Magistrato con le perquisizioni in Fercam, con le intercettazioni telefoniche e con altro materiale che il Cobas aziendale ha via via raccolto.

 Una sola informazione in più, poichè negli articoli allegati non la trovate : Fercam ha offerto ai lavoratori cifre diversificate che vanno dai 6000,00 Euro ai 40.000,00 Euro, che poi sono solo una parte delle differenze retributive che in ogni caso ai lavoratori dovranno essere date.

 

                                                                   Cobas Lavoro Privato

                                                                        Antonio Rovereto

AllegatoDimensione
PROCESSO A FERCAM I GIORNALI.pdf686.61 KB
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)