Colf e Badanti i datori di lavoro domestico devono versare alla cassa dell’I.N.P.S. entro il 10 ottobre per i contributi del 3° trimestre 2011

0
0

a cura del Dr. Giuseppe Pietro Mancarella – Dottore Commercialista e Revisore Contabile

Scade lunedì 10 ottobre 2011 il termine entro cui i datori di lavoro domestici sono tenuti a pagare i contributi Inps sulle retribuzioni corrisposte nel trimestre luglio-settembre 2011.

Si deve tenere conto che vi sono quattro scadenze, ogni anno, per adempiere correttamente a tali versamenti contributivi, necessari per lo svolgimento regolare del rapporto di lavoro domestico.

La scadenza di ottobre non presenta differenze per quanto riguarda le quote contributive, che restano invariate rispetto a quelle versate nel precedente appuntamento di luglio. Eventuali differenze tra il bollettino Inps e versamenti da effettuare possono derivare da lavoro straordinario eseguito nel trimestre dalla collaboratrice domestica. Ovviamente di tali differenze dovrà tenere conto il Dottore Commercialista che elabora la busta paga e determina il valore dei contributi che deve versare il datore di lavoro.

In questo trimestre “Luglio- Settembre” nella busta paga e nei versamenti del datore di lavoro vi è la disciplina delle ferie estive, che solitamente interessa i mesi di luglio e di agosto.

Durante il periodo di ferie, infatti, la collaboratrice domestica ha diritto ad un trattamento economico pari a 1/26 della paga di fatto mensile, per ogni giornata. Perciò, il datore di lavoro domestico, al termine del trimestre in cui le ferie sono state godute, deve versare la normale contribuzione previdenziale, come avviene per tutti i lavoratori dipendenti.

Il pagamento dei contributi previdenziali  può essere effettuato tramite il nuovo bollettino postale Mav (Pagamento mediante avviso), sul quale l’Inps ha già indicato il numero delle ore retribuite nel trimestre, l’importo della paga oraria pattuita con la colf o badante, gli esatti periodi da coprire con i contributi e, infine, la somma da versare.

Il versamento può avvenire anche avvalendosi di altri canali: infatti, è possibile versare le somme dovute tramite la carta di credito presso gli uffici postali o in una delle tabaccherie che espongono il logo “Reti amiche” (sistema Sisal) o collegandosi online al sito internet dell’Ente previdenziale, o ancora telefonando al call-center 803.164 dell’Istituto, sempre mediante l’utilizzo di carta di credito.