Considerazioni di attualità’ su tasse e lavoro, e come risolvere la disoccupazione subito.

0
0

a cura di Fabio Salvatori

Sono momenti duri, questi governanti non  vogliono capire che se non ridanno i soldi agli italiani che si sono presi con la venuta dell'euro(meta' stipendi), non ci sono più' soldi da spendere; 900,00 € al mese una famiglia italiana non vive più'.Chi compra più' macchine, case, ecc.,quando non riescono più' a mangiare? di conseguenza l'economia sta “morendo”.Le tasse devono essere pagate non più' del 10%, vedresti le pagherebbero pure i “pidocchi”.Gli stipendi dovrebbero riportarli a 2.000,00€=2.000.000delle vecchie lire,i parlamentari dovrebbero essere ridotti da 1000 che percepiscono sulle nostre spalle circa 30.000,00€ al mese, per un totale approssimato a 30 milioni di € al mese; a un centinaio con uno stipendio non più' di 2.000,00€ al mese; cosi' tutto riprenderebbe ad andare. Il governo attualmente è diventato vessatorio e coercitivo:tu non riesci a pagare perché non stai lavorando,non ce' continuità di lavoro, lui con la  Equitalia Gerit  spa ( ditta di recupero credito)se ne lava le mani facendo fare gli atti ingiuntivi di pignoramento immobili,macchine ecc.,senza tener presente dell'art. 1 della costituzione italiana comma 1(l'Italia è una repubblica democratica basata sul lavoro),ci ha bloccato il lavoro ma vuole i soldi ugualmente,non siamo ritornati alla schiavitù' dei patrizi e dei plebei? Noi italiani pero' potremmo far valere anche il comma 2 della costituzione(La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione) ,ove potremmo delegittimare anche un governo, che ti fa pagare per forza con interessi e mora peggio degli usurai su soldi pretesi senza averli guadagnati; proprio perché' oggi avere un lavoro è diventata una cosa di lusso,mentre si sta' andando solo ad un vicolo cieco senza uscita. Comunque noi imperterriti continuiamo ad andare avanti nonostante tutto, perché non ci arrenderemo mai, a discapito di chi ci vuole rendere la vita un disastro, la vita è la cosa più' preziosa e bella da vivere che si possa avere e non saranno certo un branco di pazzi smidollati che ci potrà' fermare nel viverla a pieno.              

Considerazioni in risposta a Cause (Iniziativa su Facebook per raggiunger 1.000.000 di firme per ridurre i parlamentari al Governo)

Dobbiamo  sapere che la base operativa dello Stato è diventata troppo costosa:

sono stati creati troppi posti inutili che hanno determinato tanti stipendi passivi ( che non  producono nulla che possa essere scambiato in danaro) circa il 50% della popolazione;vedi  i media dove hanno dedicato più' e più' volte articoli che citavano ministeri stracolmi di persone, del tipo un posto occupato per tre persone, ove si può' veramente capire spreco di danaro pubblico(tolti nelle tasche di chi per guadagnarsi da vivere lavora duramente riuscendo a malapena ad arrivare alla fine del mese ).

La regola economica ci insegna che se si vuole progredire bisogna creare un prodotto di valore  scambiabile con soldi a volontà. Tutte le ditte che lavorano impiegando manodopera di ogni tipo( da manovalanza a specializzata)  ottengono ognuna i loro prodotti( Case , macchine,alimentari ecc.).Il problema sorge quando in un paese dove il Governo anziché agevolare le ditte che producono beni di valore ed occupano personale per tale scopo, affinché possano espandersi al massimo creando ricchezza e giro  di soldi per tutti,inizia a creare contro occupazione passiva (posti di lavori virtuali che non producono nulla o per meglio dire in eccesso , per piccole cose amministrative che  necessiterebbero di poche unita' lavorative, invece si assumono persone a “rotta di collo” per accaparrarsi i voti, gravando sempre su pochi che producono);ne consegue che per logica matematica che il 50% delle ditte produttrici di ricchezza ed occupazione di personale con stipendi attivi,non  riusciranno in alcun modo a sostenere il 50% delle persone che percepiscono stipendi passivi  su chi produce reddito. Cosi' il Governo disattento e non professionale, non vede tale situazione e pensa di risolvere il  problema aumentando a dismisura le tasse sulle ditte produttive e di conseguenza sulle persone che creano un reddito, facendo si che le ditte non supportando più tali carichi fiscali, sono costrette a chiudere i” battenti” con conseguenti aumenti esponenziali di disoccupazione, portando cosi' un paese alla bancarotta.

La cosa comunque è risolvibile, anche molto più' facilmente di quello che uno pensa. Non si vuole andare contro nessuno, ma è bene prendere coscienza della questione, basterebbe solo come anche questa petizione vuole: eliminare gli sprechi e  tutti i posti inutili, in posti produttivi, si eliminerebbe una grande spesa dello Stato e di conseguenza sulla popolazione,la quale si sentirebbe risollevata, motivata,  dove le persone oneste e le persone abili possono vivere con i loro diritti  e prosperare.

Sono molto lieto di apprendere questa petizione, questo è sinonimo che le persone hanno aperto gli occhi. Aggiungerei L'articolo 1 della nostra costituzione comma due dice: il potere è dato dal popolo,il popolo è sovrano, se tali politici non vogliono intendere di capire, il comma due dell'articolo uno della costituzione è preposto per delegittimare chiunque sia contro il popolo pacificamente affinché' “la tirannia” abbia fine.

Alcune sere fa ho appreso sulla trasmissione di canale 5 “il senso della vita “ con molto sdegno, che la Gerit spa ente della riscossione dei tributi impagati dello stato, per un debito di € 6.000,00, ha sequestrato la casa di un artigiano, il quale impossibilitato a pagare quel debito, è stato colto da un malore ed è morto. Come raccontato dalla moglie della vittima, la quale diceva anche che fa parte di una associazione che difende i diritti dei cittadini da tali abusi,che di questi casi ce ne sono a milioni.

Non sembra che si sta calcando troppo la mano sulla popolazione e che sta' subendo tali oppressioni vessatorie e coercitive?Comunque penso si sia arrivati al “capolinea”, e lascio a voi trarre le conclusioni.

Vista la forte richiesta di tanti cittadini a continuare ad approfondire questi temi di stretta attualità a continuare. Come abbiamo già considerato nei precedenti articoli su tasse esose e lavoro scarseggiante e postati su Facebook, eccoci ancora qui ad iniziare il nostro cammino verso la prosperità economica familiare. Da questo momento in poi avrà inizio l'informazione di quanto codesto movimento d'opinione popolare vi propone come avverrà il cambiamento di tale situazione oppressiva e vessatoria da parte del governo con l'attuazione di quanto stiamo per elencarvi.

In virtù del potere conferitoci dall'art. 1 co. 2 ( La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nella forma e nei limiti della Costituzione) decretiamo che:

1)   delegittimazione del governo in carica e diffida ad abbandonare le cariche istituzionali o rimettersi completamente alla volontà popolare eseguendo alla lettera,

2)   incolumità fisica da ritorsioni armate della forza aizzate dal governo in carica ( se ciò dovesse accadere, i crimini saranno responsabilità esclusiva dei mandanti governativi o chiunque esso sia contro il popolo),

3)   eliminazione della soppressione fiscale da parte dello Stato sui cittadini,

4)   nella presente ci teniamo ad evidenziare che ciò stiamo facendo è soltanto un evento di fatto pacifico di evoluzione culturale per garantire ai cittadini i diritti umani ( vedere link http://www.ohchr.org/EN/UDHR/Pages/Language.aspx?LangID=itn)

5)   riduzione del numero dei parlamentari e azzeramento delle rendite acquisite degli ex parlamentari,

6)   una sola tassa per tutte le persone e per le attività produttive al 10 % del netto guadagnato,

7)   i soldi pubblici non devono essere lucrati e sprecati,

8)   la prevalenza delle occupazioni di tutti i cittadini dovrà essere di esclusiva produzione attiva e pertanto l'ottenimento dell'ottimizzazione della gestione delle risorse ricavate da tutti i settori produttivi pubblici sarà monitorata da sistemi informatici on line trasperenti. ( es. il ministero x che attualmente ha un costo esorbitante ingiustificatamente per stoccare tonnellate di documenti cartacei e obsoleti sistemi di trattamento dati ) verrebbero eliminati.

9)   il minimo salario e stipendio sindacale sarà di almeno 2000 euro mensili al netto,

10)      carta d'identità elettronica multiservizi ( patente, tessera sanitaria, passaporto, bancomat e cartà di credito, titoli di studio e qualifiche professionali)

11)      massima trasparenza degli atti amministrativi delle forze dell'ordine a tutela dei cittadini,

12)      azzeramento di qualunque debito fiscale dei cittadini  (come sollievo per la prima volta dalla fondazione della Repubblica);

13)      rifondazione della Banca d'Italia in Banca italiana cittadina ( visto che nel 1992 Guido Carli, governatore sotto il governo Andreotti, ha privatizzato ciò che era di proprietà del popolo,

14)      unico obbligo del datore di lavoro è l'informazione completa sullo stato dell'arte sulle misure di sicurezza e degli strumenti di lavoro (l'unico responsabile in caso di incidente è l'incidentato) ,

15)      unico tipo di ricevuta fiscale per tutti i tipi di lavoro senza restrizioni temporali e di profitto,

16)      introduzione di Linux in tutti gli apparati statali perché legale e gratuito,

17)      revisione del sistema tributario con la massima semplificazione della burocrazia,

18)      fondo comune generato dalla riscossione della tassa unica ( verrà ripartito in tutti gli altri settori di pubblica utilità per il loro mantenimento).

       Tale lista ha lo scopo esclusivamente per dare un apporto intellettuale e tecnico alla società civile affinché possa vedere un futuro diverso e vivere dignitosamente come ogni essere umano meriterebbe. Potrà accadere dal momento in cui potrà essere dettagliatamente sviluppata nel quotidiano senza possibilità di errore. A disposizione per qualunque approfondimento.

Visto le innumerevoli richieste di come si dovrebbe fare per uscire subito da questa fantomatica crisi, elencherò qui di seguito  le azioni da fare:

     1)Visto che il PIL (prodotto interno lordo ) viene dato da chi produce beni di valore in quantità continua, scambiabile in soldi(industria, l'edilizia ,tutto l'artigianato,che producono macchine,case, alimentari, ecc..),quindi, tutta la società civile  crea ,compra e vende: Tassa unica del 10 % al netto del guadagno per tutti: cosi' facendo si avrebbe una immediata ripresa di lavoro, con conseguente aumento di assunzioni, a tal punto che tutti gli stipendi passivi( come citato nei precedenti 3 doc.) verrebbero riassorbiti in posti produttivi(industria, artigianato ecc.) di stipendi attivi, quindi coloro i quali che fino ad oggi sono stati un peso dispendioso da mantenere che hanno determinato  il bipolarismo(49,51 %)e continui aumenti delle tasse, ora produrranno anche loro realmente;

2)   Stipendi e salari minimo €2.000,00 al netto delle tasse al mense;

3)   Riduzione dei parlamentari  da 1000 circa a non più' di 100 con uno stipendio anche per loro

      di €2000,00 al mese con conseguenti abbattimenti

      di spreco di danaro pubblico ,nonché eliminazione di tutte le rendite “d'oro” di ex parlamentari come citato dal giornalista Giordano ex conduttore di Matrix;

4)   I posti pubblici  saranno occupati da persone altamente qualificate per il necessario.

      senza sprechi ed inefficienze .

5)   Introduzione di Linux in tutti  gli apparati di stato perché' legale e gratuito,meno tasse da pagare ancora.

6)   Azzeramento di qualunque debito fiscale dei cittadini  (come sollievo per la prima volta dalla fondazione della Repubblica).

      Per concludere ho elencato sei punti prioritari per risolvere veramente la crisi,comunque sui precedenti tre doc. si può leggere tutto il ragionamento completo,ma per qualunque chiarimento o altre cose da fare, si potranno applicare dettagliatamente nel momento in cui si prenderà in esame veramente per risolvere questa crisi.

Cinque domanda e risposta sulla crisi di oggi.

1) Lo sapevate perché è aumentata la disoccupazione?

   La disoccupazione è aumentata perché tutti i nostri politici(parlamentari ed ex p. ecc.) hanno aumentato i loro stipendi a cifre astronomiche,e creato sprechi di ogno sorta(macchine blu,ministeri stracolmi di nullafacenti ), cosi' hanno dovuto aumentare e fare tasse sempre di più,tutto l'artigianato, industrie e qualunque settore produttivo di beni ed occupazione di personale, per le troppe tasse da pagare, hanno dovuto chiudere; se un datore di lavoro spende per esempio € 10,00 e ne ricava €8,00, secondo voi che farà? Sicuramente chiuderà

ed ecco che la disoccupazione aumenterà in modo esponenziale. Se invece il datore di lavoro non fosse oppresso dalle tasse ed  investisse es. €10,00 e né ricaverebbe €12,00 cosa farebbe? Sicuramente si espanderebbe con conseguente aumento di occupazione;ed ecco a voi come si potrebbe subito rilanciare l'economia.

 

2)Lo sapevate perché gli stipendi e salari medi (€900,00 circa) sono bassi per chi ancora lo ha?

   La risposta è nel punto uno. Perché devono sempre far quadrare i loro stipendi non quelli

   di tutta la società che deve fare i conti con la realtà;dopo aver fatto un mese di lavoro si rende conto che già quello stipendio non lo ha più prima di incassarlo; loro del resto hanno tutte le agevolazioni del caso cosa importa se la società sta bene o male? Tanto il loro portafoglio è pieno con le tasse  pretese indegnamente con le buone o con atti coatti.

 

3)Lo sapevate perché le pensioni sono bassissime e per giunta le vogliono ancora ridurre?

   Idem la risposta è nel punto uno e nel punto due.

 

4)Lo sapevate perché non ci sono soldi da spendere per i servizi pubblici(scuole , ospedali,urbanistica, ecc.)?

La risposta è sempre nel punto uno e due.

5)Lo sapevate perché esiste la crisi?

    La crisi è stata determinata dall'ingordigia dei nostri politici che hanno pensato solo ad arricchire i loro portafogli  fregandosene della realtà della nostra società che è stata portata alla bancarotta.

 

Fabio Salvatori