Ferma condanna al criminale attacco Turco

0
0

La Confederazione Cobas condanna la criminale invasione turca del Rojava dispiegata con grande utilizzo di armi pesanti e di bombardamenti aerei, che stanno procurando tremendi lutti e distruzioni alla popolazione curda, mentre la valorosa resistenza curda è stata in grado di fermare l’avanzata turca via terra.
Tutto ciò avviene davanti gli occhi inorriditi del mondo che è grato ai combattenti curdi per averlo salvato dal fascismo assassino dell’Isis, mentre gli Usa e la Russia danno il beneplacido al boia Erdogan, in cambio dei loro sporchi affari Cobas condanna altresì l’Europa che non ha mosso un dito per fermare Erdogan, stante il prezzolato accordo raggiunto al fine di bloccare i profughi siriani in Turchia, e chiede al Governo italiano di impedire ogni esportazione di armi verso la Turchia e ritirare il proprio Ambasciatore da AnKara.
La Confederazione Cobas schierata da sempre a fianco del popolo curdo e della rivoluzione in Rojava, parteciperà alle manifestazioni che si terrano contro il vile attacco turco in Puglia a:
Martano l’11 ottobre a partire dalle 19:00;
Bari il 12 ottobre con concentramento in Piazza Prefettura alle 10:00;
Brindisi il 12 ottobre dinanzi al Consolato turco dalle 17:00.
La Confederazione Cobas invita tutte le associazioni, i movimenti e i singoli cittadini democratici e a favore dei diritti umani a unirsi alle suddette manifestazioni.
COBAS PUGLIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

52 − = 43