Incontro a Roma presso il Miur del 1 agosto gravi posizioni assunte da CGIL, CISL e UIL

0
0

La Confederazione Cobas denuncia le gravi posizioni assunte da CGIL CISL e UIL il 1° Agosto nell’incontro avuto al Miur sull’ internalizzazione dei lavoratori Ex Lsu e degli appalti storici.
Questi tristi personaggi dopo aver vissuto in sintonia con le aziende per tutti questi anni si stanno mettendo di traverso per impedire di fatto il processo di internalizzazione.
Mentre tutto era pronto e si aspettava a giorni la emanazione del decreto CGIL, CISL e UIL, hanno messo in campo tutto il possibile per bloccare la strada alla certa internalizzazione.
I confederali hanno chiesto un incontro a Palazzo Chigi con il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, per discutere di cosa non abbiamo ancora capito.
Nella riunione al Miur molte facce del Ministero sono rimaste allibite nell’ascoltare parole ben lontane dagli ultra trentennali obiettivi dei lavoratori.
Sembra che addirittura si siano lamentati del fatto che sindacalisti rimarranno senza lavoro perché gli attuali iscritti Ex Lsu ed appalti storici cambieranno categoria diventando lavoratori della scuola.
La Confederazione Cobas rivolge un appello a tutti i lavoratori affinché si costruisca un fronte ampio per battere questi sindacalisti senza coscienza.
La Confederazione Cobas Nazionale a tal proposito chiederà un incontro ai dirigenti nazionali di Usb per discutere di fare fronte insieme a queste difficoltà che rischiano di far saltare tutto e lasciare le chiacchiere da parte.
È il momento più difficile per i lavoratori che soffrono da 30 anni e a cui è stato tolto il loro legittimo posto di lavoro 20 anni fa per far mangiare ditte e cooperative che sono state in combutta con CGIL, CISL e UIL, per impedire l’internalizzazione sottoscrivendo accordi peggiorativi sulle condizioni di lavoro mantenendo per tutti questi anni stipendi da fame.

Brindisi, 03 Agosto 2019
Esecutivo Nazionale Cobas
Roberto Aprile

Foto a Roma del 19 Luglio 2019 manifestazione in Piazza Cinque Lune per le società pubbliche Alba Service e Santa Teresa di Brindisi per il rinnovo della Cassa Integrazione in Deroga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

42 − = 35