Le criticità dell’Ospedale San Giuseppe di Copertino.

0
0

La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego di Lecce fa presente che ancora una volta si cerca di eludere le segnalazioni fatte su questioni specifiche poste alla Dirigenza dell’Asl di Lecce e alla Regione Puglia.
Si legge da più parti, in relazione ai problemi della sanità, di riorganizzazione dei reparti, di nomina di primari, di efficientazione del lavoro.
Sono comunicazioni fuorvianti, appartenenti alla fantasia di chi le esterna e che poco o niente hanno a che fare con la realtà.
Prendiamo come esempio l’ospedale San Giuseppe di Copertino attualmente vi sono tre primari, quelli dei reparti di Geriatria, di Cardiologia e, teoricamente, di Chirurgia, oramai di fatto spostato nuovamente a Gallipoli, mancherebbero quello di Medicina, quello di Radiologia, quello di Ortopedia e il Direttore Sanitario.
Certo sapere che il primo Pronto Soccorso della ASL dopo il Fazzi resterà senza un Direttore fa capire bene le idee della ASL sul San Giuseppe di Copertino.
I lavori per i nuovi reparti previsti dal riordino procedono a rilento o non sono proprio iniziati, mancano infermieri e Medici in reparti fondamentali, il Trasfusionale ha un solo Medico.
In pochi anni si è trasformato l’Ospedale di Copertino, il più efficiente della ASL di Lecce, in un cronicario disorganizzato in agonia.

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Pubblico Impiego
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

89 + = 92