Lecce 07 novembre: sit-in di protesta dei vincitori e idonei concorso Sanitàservice

0
0

La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego di Lecce ha comunicato alla Questura di Lecce che il 07 Novembre 2022 si terrà un sit-in di protesta a Lecce nei pressi della sede della Regione Puglia in viale Aldo Moro, la mattina dalle 9,30 alle 12,30 per le assunzioni a tempo indeterminato per i vincitori/idonei del concorso per n.159 pulitori di Sanitàservice Lecce come già previsto e deliberato da Sanitàservice Lecce per il 1° luglio 2022.
Il sindacato Cobas Pubblico Impiego da sempre ha sostenuto le ragioni dei vincitori ed idonei della graduatoria di n.159 pulitori di Sanitàservice affinché si concretizzino le assunzioni a tempo indeterminato e tempo determinato utilizzando la graduatoria concorsuale e lo scorrimento della stessa.
La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego chiede che nella prossima emanazione delle linee guida della Regione Puglia per le Sanitàservice venga garantito il rispetto dell’art.97 della Costituzione, della normativa dell’art.35 del d.lgs. n.165 del 2001 (T.U.P.I.) e di quanto previsto da diverse sentenze della Cassazione, del Consiglio di Stato e diversi Tar, ovvero che per lavorare a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione si deve superare un concorso pubblico a tempo indeterminato.
Il Testo Unico delle società a partecipazione pubblica, D.Lgs. n.175 del 19/08/2016 all’art.19, comma 2, fa espresso riferimento all’art. 35 del decreto legislativo 165/2001 dove viene stabilito che le assunzioni di personale attuate dalle società a controllo pubblico ed in house devono basarsi sui principi di reclutamento della pubblica amministrazione e quindi solo ed esclusivamente mediante concorso pubblico.
L’art. 97 della Costituzione comma 4 dispone che: “Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso”, quindi per lavorare a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione si deve superare un concorso pubblico a tempo indeterminato.
La Giurisprudenza della Corte di Cassazione con Ordinanza 07 febbraio 2022, n. 3768, in tema di società cd. “in house”, ha disposto che il reclutamento del personale, a seguito dell’entrata in vigore del d.l. n. 112 del 2008, convertito con modifiche in legge n.133 del 2008, nel testo risultante dalle modifiche apportate dalla legge n.102 del 2009 di conversione del d.l. n.78 del 2009, avviene secondo i criteri stabiliti dall’art.35 del d.lgs. n.165 del 2001, che impongono l’esperimento di procedure concorsuali o selettive, sicché la violazione di tali disposizioni, aventi carattere imperativo, come ha già osservato dalla Corte di Cassazione civile sez. lav., 29/08/2018, (ud. 30/05/2018, dep. 29/08/2018), n.21378 impedisce la conversione dei rapporti di lavoro a tempo determinato in rapporti a tempo indeterminato.
Viste le gravi carenze di personale in tutte le strutture ospedaliere salentine e principalmente al Fazzi/Dea degli ultimi giorni si torna a chiedere non solo l’assunzione dei 60 idonei che dovevano prendere servizio il 1° luglio, come previsto dalla Determinazione n.17 dell’11.4.2022 Sanitàservice ASL Lecce S.r.l. Unipersonale, ma anche la totale copertura delle vacanze in organico di unità di personale che è stata accertata dalla stessa Sanitàservice Lecce.
Vista inoltre la carenza di personale anche in altri servizi di Sanitàservice si chiede il potenziamento del servizio del Trasporto Sanitario con l’assunzione di nuovo personale che ne ha diritto.
I Cobas continueranno a portare avanti questa battaglia, affinché le assunzioni del personale di categoria A, ausiliari/pulitori vengano effettuate come previsto dalla legge solo ed esclusivamente dalla graduatoria concorsuale di Sanitàservice che vede n.159 vincitori e per lo scorrimento celere della stessa per gli idonei.
Lecce, 03 Novembre 2022

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Pubblico Impiego
Dott. Giuseppe Pietro Mancarella