Meglio tardi che mai…Mastropasqua si dimette dal vertice dell’Inps

0
0

Caduto Mastropasqua i media scoprono quello che tutti già sapevano: incarichi e cariche accumulate dalla famiglia, un colossale potere politico ed economico accumulato da uno dei tanti boiardi di stato all'ombra dei governi succedutisi negli ultimi lustri.

Da anni rivendichiamo una legge che vieti ai manager pubblici di avere contemporaneamente incarichi in società partecipate o private, nei fatti gli incarichi pubblici, le cattedre universitarie sono il trampolino di lancio per una fulgida carriera aziendale, spesso mantenendo  insieme incarichi pubblici e privati con relative retribuzioni e buone uscite.

Emblematica la carriera di questo boiardo decaduto che oltre alla guida dell'ente previdenziale ha ricevuto oltre sessanta incarichi in società private.

Chi doveva occuparsi di questa situazione ha preferito tacere e costruire codici di comportamento negli enti pubblici tesi alla criminalizzazione dei lavoratori soprattutto se attivi sindacalmente.

Le dimissioni, dopo lo scandalo, di Mastropasqua devono essere solo l'inizio di una campagna contro i doppi incarichi e l'utilizzo degli enti pubblici per fare carriera nelle strutture private.

Basta con  i boiardi di stato e i loro superstipendi.

 

Cobas Pubblico Impiego