NOI SIAMO ANCORA QUA! Difendiamoci dai ladri di democrazia.

0
0

NOI SIAMO ANCORA QUA!  Difendiamoci dai ladri di democrazia

Il 12 e 13 giugno 26 milioni di cittadinihanno votato SÌ ai referendum (il governo in carica a Roma ha preso, alle elezioni, 17 milioni di voti).

Appena due mesi fa noi cittadini abbiamo detto chiaro e tondo che L’ACQUA È DI TUTTI e deve essere gestita senza la logica del profitto e in modo partecipato.

MA NON C’È PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE

Così il Consiglio della Regione Puglia, proprio il giorno dopo il referendum, ha votato una legge, per far ridiventare pubblico l’Acquedotto Pugliese, ambigua e contraddittoria: non garantisce il minimo vitale gratuito, prevede l’amministratore unico, nominato e revocato dal Presidente della Regione, prevede la gestione da parte di società miste di attività “rivenienti”(?) dal servizio idrico. La Regione si muove in acque torbide. Invece in 26 milioni vogliamo l’Acqua pulita e trasparente, e altrettanto pulite e trasparenti devono essere le leggi. La stessa Regione Puglia, nell’Ottobre scorso, aveva concordato con il Forum per l’Acqua un ottimo disegno di legge; qualcuno deve averci messo lo zampino… e quella legge limpida e pulita è stata sporcata e intorbidita.

Ma sta accadendo di peggio: il governo nazionalevuole cancellare la legge regionale perché non risponde alla logica delle liberalizzazioni, delle privatizzazioni, del mercato,e quindi l’ha  impugnata alla Corte Costituzionale.

La crisi delle Borse è l’ultimo pretesto per privatizzare tutto il privatizzabile (non soltanto la nostra Acqua).  Così anche nel Parlamento nazionale circolano delle proposte (indecenti) sulla gestione dell’Acqua, che fanno rientrare dalla finestra quello che 26 milioni di  cittadini hanno scelto di buttare fuori.

Noi siamo stati chiari ed abbiamo parlato ad alta voce, ma a Bari e a Roma fanno finta di non capire o di essere sordi. Non occorre elaborare nuove leggi per Acqua: dal 2006 è depositata presso il Parlamento una proposta di legge di iniziativa popolare presentata dal Forum Nazionale dei Movimenti per l’Acqua Bene Comune.

Qualunque altra iniziativa può essere un imbroglio, un regalo alle multinazionali, una truffa contro noi cittadini!

L’impegno per l’Acqua non è finito il 13 Giugno purtroppo abbiamo ancora tanto lavoro da fare, tutti noi, per difendere la nostra volontà dai ladri di democrazia.

_________________________________________________________________________________

Comitato Salentino “Acqua Bene Comune”- Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua forumacqualecce@yahoo.it

N.B.: Si allega il volantino del comitato salentino per la notte della taranta