Nuovi ammortizzatori sociali: ASpI e mini-ASpI adesso le domande in via telematica

0
0

Le richieste d’accesso ai nuovi ammortizzatori sociali sbarcano sul web.D’ora in poi, per accedere ai nuovi ammortizzatori sociali (ASpI e mini-ASpI), introdotti dalla Riforma Fornero a decorrere dal 1° gennaio 2013, è necessario avvalersi del canale telematico. In particolare, occorre utilizzare uno dei seguenti canali: WEB – servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto; Contact Center multicanale attraverso il numero telefonico 803164 – con il supporto dei servizi telematici messi a disposizione dall’Istituto; Patronati/intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi con il supporto dell’Istituto. A renderlo noto è l’INPS con il messaggio n. 760 di ieri.

Web – Il servizio d'invio delle domande di indennità di disoccupazione ASpI, mini-ASpI e mini-ASpI 2012 è disponibile sul sito dell’INPS (www.inps.it) attraverso il seguente percorso: “Al servizio del cittadino” –> “Autenticazione con PIN” –> “Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito” –> “ASPI, Disoccupazione, Mobilità e Trattamenti speciali edili” –> “Indennità ASpI”. Nel dettaglio, il PIN con cui viene effettuata l’autenticazione al servizio deve essere di tipo “dispositivo”. Tuttavia, le richieste inviate con PIN non “dispositivo” saranno comunque trasmesse e protocollate, risultando utili ai fini del rispetto del termine di presentazione, ma non potranno essere definite fino a quando il PIN non assumerà caratteristiche “dispositive”. In tal caso, però, verrà segnalata la necessità di rendere “dispositivo” il proprio PIN affinché la richiesta inoltrata possa essere definita dalla Sede INPS territorialmente competente. Tale servizio prevede il prelievo automatico delle informazioni anagrafiche del richiedente, utilizzando i dati già in possesso dell’Istituto, e il completamento della domanda da parte del cittadino.

Patronato– In alternativa, l’utente può scegliere di avvalersi del Patronato in modalità online o offline. Nel primo caso, il servizio viene reso disponibile per i Patronati sul sito internet dell’INPS, seguendo il percorso: “Servizi online” -> “Per tipologia di utente: Patronati” -> “Servizi per i patronati” -> “Servizi” -> “Autenticazione con PIN” -> “Disoccupazione e Mobilità”. In tal caso, per l’invio di una domanda di indennità di disoccupazione il Patronato deve essere in possesso della delega del lavoratore patrocinato opportunamente registrata nel menu “Gestione” presente tra i servizi per il Patronato. I Patronati dispongono oltreché della modalità online di presentazione telematica delle domande, anche dei servizi che permettono la compilazione offline di dette richieste e il successivo invio dei lotti di domande all’INPS. Pertanto anche il programma di acquisizione offline è stato aggiornato per consentire l’invio delle domande in commento. Gli operatori degli Enti di Patronato, una volta installata l’applicazione, potranno: acquisire e consultare le domande di indennità di disoccupazione ASpI, mini-ASpI e mini- ASpI 2012, ed eventualmente le richieste di “ANF_Prest” contestuali e di detrazioni d’imposta; collegarsi dal proprio browser Internet al sito INPS per inviare all’Istituto il messaggio telematico contenente la domanda, ottenendo in risposta una ricevuta di accettazione della stessa. La domanda sarà poi automaticamente inoltrata alla sede INPS competente; consultare in qualsiasi momento la lista delle pratiche inviate all’Istituto.

Contact Center – Qualora gli utenti riscontrino delle difficoltà nell’utilizzare le suddette modalità, potranno usufruire del Contact Center multicanale INPS-INAIL, disponibile anche per i lavoratori in possesso di PIN telefonando al numero verde 803.164. In tal caso, è necessario che il cittadino sia munito di PIN dispositivo, in caso contrario la domanda sarà considerata comunque valida ai fini del rispetto del termine di presentazione.