Provincia di Lecce: annullato il bando per il Circolo Cittadino e Palazzo Comi

0
0

Annullato il “bando per l’affidamento a terzi della concessione dei servizi per la valorizzazione e la gestione del complesso architettonico denominato – Circolo Cittadino- in Lecce e del complesso denominato -Palazzo Comi – in Lucugnano fraz. di Tricase”.
Meglio tardi che mai!

Il Direttore Generale della Provincia, con proprio provvedimento n. 3, in data odierna, ha determinato di annullare, in via di autotutela, il bando di gara per la valorizzazione ed utilizzazione ai fini economici di porzioni dei complessi architettonici “Circolo Cittadino” di Lecce e “Palazzo Comi” di Lucugnano fraz. di Tricase, nonché di revocare le determine dirigenziali di attivazione delle procedure di gara e della nomina della Commissione giudicatrice. Giunge finalmente a conclusione una vicenda iniziata nell’ottobre 2014, quando venne pubblicato il relativo Avviso di concessione. Più volte, in questi oltre tre anni, l’opposizione a Palazzo dei Celestini, con le iniziative a disposizione (interrogazioni in Consiglio provinciale, convocazioni di Commissioni consiliari) ha cercato di far comprendere al Presidente Gabellone che la procedura per la valorizzazione dei due immobili, così come era stata predisposta, era da annullare. Ad essi, specie per Palazzo Comi, si sono aggiunte le indicazioni da parte dei vari Enti ministeriali competenti e le richieste di molti cittadini costituitisi in un apposito Comitato. Il Presidente della Provincia, con cocciutaggine ed arroganza ha sempre declinato qualsiasi richiesta e suggerimento che, nell’interesse della Provincia e della cultura salentina, da più parti gli provenivano. Si è recato anche a Bari, nella competente Commissione della Regione Puglia, per difendere la Sua posizione. Il 10 gennaio scorso, i consiglieri del gruppo Salento Bene Comune, ancora una volta, hanno presentato una proposta di delibera di indirizzo per la revoca del bando in questione. Bisogna dare atto al personale-dirigente dell’Amministrazione provinciale interessato, che con professionalità e senso di responsabilità ha gestito il procedimento, sino ad arrivare alla conclusione determinatasi. Ora, auspichiamo che il Presidente Gabellone, facendo tesoro delle indicazioni pervenute dalle Soprintendenze e Direzioni Regionali competenti in materia, del parere dell’Avvocatura provinciale e delle richieste dei cittadini, torni in Consiglio provinciale per approvare le migliori soluzioni che portino alla valorizzazione dei due immobili. Troverà, senz’altro, la disponibilità del gruppo Salento Bene Comune a dare il proprio contributo al raggiungimento di tale scopo.

Lecce, 19/01/2018

I CONSIGLIERI
Ippazio Morciano
Vincenzo Toma
Anna Inguscio
Paolo Fiorillo
Assunta Cataldi
Danilo Scorrano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

51 − 41 =