Respinto l’ossimoro solidarietà a zero ore alla Natuzzi

0
0

Oggi 18 dicembre 2018, presso il Ministero del Lavoro, è stato stipulato un accordo per la proroga del Contratto di Solidarietà alla Natuzzi Spa.
L’accordo migliora sensibilmente il precedente stipulato lo scorso 14 dicembre e non firmato da Cobas-Lavoro Privato. Infatti, è stato respinto l’ossimoro che disponeva che si fa solidarietà, ma poi ci sono dipendenti a lavoro full-time e dipendenti che restano a casa a zero ore.
Viceversa, si è concordato che ad ogni lavoratore sarà garantito un minimo medio di 52 ore mensili con 150 euro d’integrazione a carico aziendale, per chi subirà il massimo della riduzione oraria prevista.
Tale miglioramento ha comportato il rinvio della temporanea chiusura del sito di Ginosa, visto che lo stabilimento dovrà ospitare le maestranze inizialmente destinate a rimanere a casa a zero ore.
Ancora una volta i Cobas rigettano pastrocchi sindacali e migliorano intese in favore dei lavoratori.
Roma, 18 Dicembre 2018

Cobas del Lavoro Privato