Sit-in di protesta del 29 Luglio a Lecce nei pressi del DEA dell’Ospedale Vito Fazzi

0
0

Il Sindacato Cobas ha comunicato alla Questura di Lecce che il giorno mercoledì 29 Luglio 2020 si terrà un sit-in di protesta dalle ore 9 alle 13 presso l’Ospedale “Vito Fazzi” nei pressi del DEA sede di alcuni uffici della Direzione Generale dell’ASL di Lecce per il riconoscimento dei diritti di tutto il personale dell’integrazione scolastica pugliese che presta servizio nelle scuole di infanzia, scuole primarie, scuole secondarie e scuole superiori.
Gli Operatori Socio Sanitari ed Educatori in servizio presso l’integrazione scolastica, da oltre 10 anni lavorano con cooperative sociali di zona, in uno stato di precarietà lavorativa economica e contrattuale. Il ruolo/figura di questi lavoratori all’interno delle scuole è di notevole importanza, poiché si interfacciano con persone con disabilità grave e gravissima alle quali sono riconosciuti diritti imprescindibili.
Le richieste degli Operatori Socio Sanitari ed Educatori sono:
1) L’estensione degli ammortizzatori sociali nell’immediato perché le cooperative dal 6 giugno hanno sospeso tutto il personale anche avendo un contratto a tempo indeterminato e per questo motivo non hanno diritto nemmeno alla disoccupazione/naspi.
2) Si chiede a voce alta l’internalizzazione di questo personale Operatori Socio Sanitari ed Educatori che svolgono servizi sanitari di prossimità di fondamentale importanza per gli studenti nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado.
Per questi motivi si chiede alla Regione Puglia e alle varie Asl pugliesi quali enti istituzionali e sanitari un intervento incisivo per tali servizi.
Gli Operatori Socio Sanitari ed Educatori della Provincia di Lecce in data 19 Giugno 2020 hanno manifestato in via XXV Luglio vicino la Prefettura di Lecce chiedendo un incontro urgente con la Regione Puglia, Assessorato al Lavoro e la Task Force Regionale, Assessorato alla Sanità, Assessorato Welfare e di tutte le altre istituzioni coinvolte per il potenziamento del Servizio Integrazione Scolastica.
In seguito il 30 giugno e successivamente il 22 luglio u.s. gli Operatori Socio Sanitari ed Educatori della Provincia di Lecce hanno protestato a Bari, vicino alla sede della Presidenza della Regione Puglia e per questo confidiamo nella sensibilità istituzionale della Regione Puglia per rendere efficiente questo servizio dell’utenza scolastica riguardo situazioni particolari e delicate di cui si occupano gli stessi Operatori.
Durante il sit-in si chiederà di essere ricevuti con diverse delegazioni di lavoratori dal Direttore Generale Dott.Rodolfo Rollo per discutere della vicenda lavorativa degli Operatori Socio Sanitari ed Educatori della Provincia di Lecce, si chiederanno chiarimenti sul servizio Trasporto Oncologico e lo stato di attuazione delle Linee Guida regionali sull’internalizzazione del Tavolo Sepac ed altro, inoltre saranno poste domande per le assunzioni in servizio dei vincitori e lo scorrimento della graduatoria per gli idonei del concorso per n.2445 O.S.S. fatto dagli Ospedali Riuniti di Foggia.

Lecce, 26 Luglio 2020

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Pubblico Impiego
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

27 − 25 =