Sit-in svolto a Gallipoli il giorno 5 Marzo 2020.

0
0

Il Sindacato Cobas ha svolto il previsto sit-in davanti il Comune di Gallipoli che ha visto la adesione immediata del Sindaco, Stefano Minerva, a ricevere una delegazione di lavoratori licenziati dalle ditte Gial Plast e Colombo che in ATI (associazione temporanea di impresa) gestiscono la raccolta dei rifiuti urbani per il Comune di Gallipoli e altri 9 comuni che compongono l’ARO (ambito di raccolta ottimale).
Il Cobas nel corso dell’incontro ha riproposto al Sindaco alcune questioni rimaste sospese e nuove indicazioni arrivate dalla sentenza di Cassazione che ha confermato la unica titolarità del Tribunale a maturare decisioni relative alle aziende, anche se a proporre causa è stata la Prefettura di Lecce.
Il Presidente della Commissione Ambiente del Comune di Gallipoli, Nazaro, aveva preso l’impegno di convocare le ditte Gial Plast e Colombo ad una riunione di commissione, rinviata per difficoltà Coronavirus a scendere da Monza a Gallipoli per la ditta Colombo.
Abbiamo chiesto la possibilità che la Commissione si possa riunire al più presto, fosse anche in videoconferenza.
Il Cobas ha chiesto da tempo la convocazione di un consiglio comunale monotematico che funzioni come una unica voce della comunità Gallipolina nei confronti degli illegittimi licenziamenti Gial Plast e Colombo.
La risposta del Sindaco Minerva non si è fatta attendere.
Scriverà immediatamente una lettera alle ditte interessate dove riaffermerà la illegittimità dei licenziamenti.
Anche a fronte delle cause tutte vinte dai lavoratori in tribunale e dalla recente sentenza della Cassazione che conferma un controllo delle attività per evitare oggi infiltrazioni mafiose, non invece colpendo persone che hanno scontato il loro debito con la giustizia 20/25 anni fa.
Il Sindaco si attiverà inoltre per la convocazione della Commissione Ambiente unitamente al Presidente della stessa, Nazaro, invitando chiaramente Gial Plast e Colombo.
La convocazione della Commissione viene ritenuta dal Sindaco Minerva atto propedeutico alla convocazione del Consiglio Comunale monotematico sul problema licenziamenti e appalto rifiuti.
Il Sindaco Minerva ha anche osservato, sulla base delle nostre osservazioni sull’operato complessivo dei sindaci interessati, che è l’unico sindaco dei tanti coinvolti ad avere un ruolo attivo e di questo se ne dispiace.
Il Cobas non molla e continua la sua azione a difesa dei lavoratori.

Gallipoli, 05 marzo 2020

Per il Cobas Roberto Aprile e Giuseppe Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 8 =