Vittoria sul coronavirus, finalmente libera di respirare

0
0

Tantissimi auguri Maria Grazia per la guarigione dal coronavirus.
La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare.
Settanta giorni, settanta lunghissimi, interminabili e pesantissimi giorni. Questo il prezzo, o almeno una parte di esso, per la libertà.
Finalmente libera dal Covid 19 dopo 70 giorni di paura, ansia, angoscia e tutte quelle sensazioni che non possono essere descritte perché non trovano corrispondenza nel vocabolario da noi conosciuto.
Costretta tra quattro muri senza poter fare più nulla, senza più nemmeno riuscire a svuotare la mente dai mille pensieri di angoscia che l’affollano; senza smettere mai di pensare neanche per un solo attimo che per “colpa tua” anche i tuoi figli sono costretti a pagare un prezzo così alto e, con te, portare un fardello così pesante.
La sofferenza fisica che fiacca e indebolisce anche l’anima già affaticata dalle mille e infondate accuse per non aver compiuto il proprio dovere, per aver abbandonato i più deboli.
Noi ce l’abbiamo messa tutta, senza mai risparmiarci, senza mai sottrarci se non fino a quando ci è stato imposto.
Ho pagato anch’io un prezzo molto alto in questa guerra silenziosa, ma, poiché costretti nel chiuso delle nostre case, nessuno ha potuto vedere e toccare la sofferenza che il Covid 19 ha portato nelle nostre famiglie.
Ora posso finalmente gridarlo al mondo, ora posso finalmente uscire da questo scuro sepolcro e tornare a vivere libera di respirare tra lacrime e sorrisi di chi sa che è stata dura mantenere i nervi saldi e trovare la forza per se stessi e per i propri cari, ma nonostante tutto questo ce l’ha fatta!
Un grazie voglio rivolgerlo ai miei figli, ai miei familiari e a tutti coloro che, se pur a distanza, mi hanno fatto sentire tutto il loro affetto, aiutandomi ad uscire da questo terribile incubo.

Elisabetta Codazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

+ 72 = 75