Corteo Cobas a Bari del 2 marzo 2022 concorso O.S.S. Foggia e concorso 159 posti Sanitàservice Lecce

0
0

Spett.le
Regione Puglia
c.a. Presidente Dott. Michele Emiliano

c.a. Assessore Sanità Dott. Rocco Palese

c.a. Assessore Lavoro Dott. Sebastiano Leo

c.a. Direttore Dipartimento Promozione della Salute Dott. Vito Montanaro

Spett.le
Rai Radiotelevisione Italiana Spa

Oggetto: richiesta incontro concorso durante la manifestazione a Bari del 02/03/2022 O.S.S. Graduatoria di Foggia e assunzioni Sanitàservice Lecce.


La Confederazione Cobas Puglia comunica che si terrà a Bari il 02 Marzo 2022 una manifestazione regionale del personale O.S.S. idoneo della graduatoria di Foggia e dei vincitori del concorso per n.159 posti presso Sanitàservice Lecce e chiede un incontro per discutere delle relative problematiche assunzionali.
La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego, facendo seguito a proprie note prot. n.74 del 20/02/2022 e prot.n.282 del 09/08/2022 da sempre ha sostenuto le ragioni dei vincitori ed idonei della graduatoria di Foggia affinché si concretizzino le assunzioni a tempo indeterminato utilizzando la graduatoria OO.RR. di Foggia e lo scorrimento della stessa.
L’art. 97 della Costituzione comma 4 dispone che: “Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso”, quindi per lavorare a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione si deve superare un concorso pubblico a tempo indeterminato.
Negli ultimi giorni in seguito a delle iniziative assunzionali da parte di Sanitàservice Lecce arrivano da tutte le parti messaggi whatsapp, telegram, facebook, telefonate, ecc. per comprendere cosa succede nell’Asl di Lecce e Sanitàservice.
Bisogna premettere che la graduatoria per soli titoli dell’Asl di Lecce durante la pandemia ha visto crescere le assunzioni di OSS in modo esponenziale a partire da marzo 2020.
Una volta approvata la graduatoria a tempo indeterminato del concorso di Foggia decade automaticamente la graduatoria per soli titoli per le assunzioni a tempo determinato.
Le proroghe dei contratti a tempo determinato del personale O.S.S. della graduatoria per soli titoli ledevano palesemente il diritto soggettivo dei vincitori ed idonei OSS del concorso di Foggia che venivano espressamente esclusi giustificando la scelta con la scusa di “far fronte all’emergenza Covid-19”.
Per quanto sopra si desume che gli idonei/vincitori del concorso OO.RR. di Foggia devono essere assunti a tempo indeterminato in tutte le ASL pugliesi e che la Costituzione (art.3 e art.97) nonché le leggi italiane (D.Lgs.n.165/2001 T.U.P.I.) e varie sentenze non possono essere derogate da una determina/delibera di un’ASL.
Per questi motivi la scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego ha chiesto alla Regione Puglia in diversi incontri tenutisi a Bari in presenza ma anche in videoconferenza la creazione di lavoro stabile con chiamate a tempo indeterminato e chiamate a tempo determinato per 36 mesi.
I Cobas continueranno a portare avanti questa battaglia, affinché le assunzioni del personale OSS avvengano solo ed esclusivamente dalla graduatoria concorsuale di Foggia e dallo scorrimento celere della stessa.
Si comunica, ove ve ne fosse la necessità, che in seguito a segnalazione effettuata in data 05/01/2022 dalla scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego Puglia al Presidente della Repubblica e all’intervento del Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica Ufficio per gli Affari Giuridici e le Relazioni Costituzionali nonché ai lavori delle Commissioni parlamentari I e V del 03/02/2022, è stato approvato un emendamento specifico con cui la validità della graduatoria del Riuniti di Foggia è tornata alla scadenza originaria dei tre anni. Pertanto ancora una volta si torna a chiedere un intervento attivo e fattivo da parte della Regione Puglia per trovare una soluzione lavorativa per tutti i circa 12 mila idonei concorrenti che aspettano per lavorare.
La proposta del sindacato Cobas effettuata al Presidente della Task Force Regionale Leo Caroli nella riunione regionale per la questione OSS assunti a tempo determinato nelle varie ASL pugliesi nelle more della definizione del concorso del Riuniti di Foggia è quella di coinvolgere tutte le regioni dell’Italia meridionale per attingere dalla suddetta graduatoria per le assunzioni.
Il Presidente della Task Force regionale ha chiesto la collaborazione e le proposte di tutti gli intervenuti alla riunione a costruire percorsi condivisi rivolti a trovare la soluzione per gli OSS a tempo determinato all’interno di una soluzione di carattere generale che non lasci nessuno fuori.
Il Concorso OSS degli Ospedali Riuniti di Foggia raccoglie 14.000 persone tra vincitori ed idonei.
A questo concorso sono in graduatoria alcune migliaia di persone extraregione Puglia, in gran parte dalle regioni meridionali.
Pertanto si chiede al Presidente Emiliano di raccordarsi con gli altri Governatori meridionali e di incontrare il Ministro Speranza a cui chiedere un provvedimento legislativo, oppure decisioni in capo allo stesso Ministro, con cui si permetta alle Regioni, in primis la Calabria, di attingere dalla graduatoria per le notevoli necessità di cui hanno bisogno, contribuendo così allo svuotamento completo della graduatoria.
Si risolverebbe così anche il problema degli OSS a tempo determinato che parte da una guerra tra poveri e viene trasformata in una incredibile nuova pagina per la sanità pubblica. Infatti molti degli stessi OSS a tempo determinato sono tra gli idonei al Concorso di Foggia.
Si chiede al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di essere il promotore di questa nuova pagina della sanità pubblica non solo in Puglia ma in tutto il Meridione, esempio valido per tutta la nazione. Sarebbe inoltre opportuno che venga posto immediatamente nell’agenda politica il superamento dei vincoli di spesa per il personale sanitario che deve essere fortemente incrementato e dimensionato alle reali esigenze del sistema sanitario pubblico tanto più se si considera la necessità di potenziare la sanità di prossimità di cui tanto si è parlato in periodo di pandemia ma che rischia di essere solo sterile occasione di propaganda. Su tale necessità si chiede un intervento autorevole del Presidente Emiliano.
Si noti poi che nell’ASL di Lecce vi è una pandemia ad intermittenza/convenienza visto che non sono stati rinnovati i contratti agli OSS dei Riuniti di Foggia ma stranamente viene chiesto il rinnovo per quelli assunti come pulitori in Sanitàservice in presenza di una graduatoria di concorso per n.159 posti di pulitori in vigore.
Pertanto per le ragioni di cui sopra si chiede:
 l’assunzione in tutte le Asl pugliesi degli OSS dalla graduatoria del Riuniti di Foggia;
 l’assunzione in Sanitàservice Lecce dei n.159 pulitori per le ragioni per cui è stato bandito il concorso.
Pertanto alla luce di quanto sopra si chiede un incontro con la Regione Puglia nella mattinata del 02/03/2022 durante la suddetta manifestazione Cobas e alla sede RAI di Bari un’intervista per esporre la problematica lavorativa e la situazione di carenza di personale nella sanità pugliese.
Si resta in attesa di Vostri riscontri in merito, distinti saluti.
La meritocrazia deve vincere!
Lecce, 28 Febbraio 2022

Confederazione Cobas Puglia
Roberto Aprile
Giancarlo Petruzzi
Giuseppe Pietro Mancarella


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

82 + = 83