Taranto, Ilva: Peacelink, nella zona industriale il record dei malati di tumore “Nei quartieri più a rischio la media è di uno ogni 18 abitanti”

0
0

Sono 8.916. secondo fonte Asl, le persone che hanno l'esenzione dal ticket per malattie tumorali (contraddistinta dal 'codice 048') nella città di Taranto. Lo rende noto Peacelink, sottolineando che nel distretto sanitario 3, che comprende i quartieri più vicini all'Ilva (Tamburi, Paolo VI, Città vecchia e parte del Borgo), c'è un malato di cancro ogni 18 abitanti.

''Per la precisione – spiega in una nota il presidente dell'associazione ambientalista, Alessandro Marescotti – sono 4.328 malati su 78mila abitanti. Questo significa che se venti persone si riuniscono in una stanza nel quartiere Tamburi almeno una ha un tumore''. Nei restanti quartieri, quelli più lontani dalle industrie, c'è ''un malato di cancro ogni 26. Infatti nel distretto sanitario 4 che comprende il resto della città – aggiunge Marescotti – vi sono 4.588 malati di tumore su 120mila abitanti. Questa è la situazione attuale''. Peraltro, questi dati ''non possono calcolare tutti coloro che potrebbero avere un tumore latente o non diagnosticato. Il sindaco di Taranto, che è un medico – attacca l'esponente ambientalista – avrebbe potuto compiere questa ricerca. Perchè non lo ha fatto?''.

Peacelink rivolge un appello all'Ordine dei medici ''perche' venga compiuto un opportuno approfondimento su questi dati in modo da individuare le categorie di persone più esposte. E' venuto il momento – conclude Marescotti – di avere dati istantanei su tutte le malattie gravi, le diagnosi e i ricoveri. Disporre di un dato istantaneo e conoscerne la sua evoluzione temporale è un primo passo per compiere ulteriori indagini più affinate da un punto di vista epidemiologico''.

Ilva: incontro Bondi-sindacati a Roma– Il commissario straordinario dell'Ilva, Enrico Bondi, incontrerà domani a Roma i rappresentanti dei sindacati nazionali e locali di categoria per fare il punto sulla situazione dello stabilimento siderurgico tarantino. L'appuntamento è per le 11.30 nella sede di Federmeccanica, all'Eur. E' il primo confronto ufficiale tra Bondi e i sindacati dopo la nomina del manager a commissario dell'Ilva. Tra gli argomenti in discussione, ci sono lo stato di attuazione delle prescrizioni indicate nell'Autorizzazione integrata ambientale e il piano industriale che l'azienda dovrebbe presentare entro settembre.