Cassa integrazione in deroga richiesta convocazione incontro urgente

0
0

Spett.le
Regione Puglia
c.a. Presidente Dott. Michele Emiliano
c.a. Assessore Dott. Sebastiano Leo
Lungomare Nazario Sauro, 33
70121 Bari

Spett.le
TASK FORCE Regione Puglia
c.a. Presidente Dott. Leo Caroli

Spett.le
Prefettura di Lecce
c.a. Sua Eccellenza Dott.ssa Cucinotta

Oggetto: cassa integrazione in deroga società pubbliche Santa Teresa di Brindisi ed Alba Service di Lecce – richiesta convocazione incontro urgente.

Egregio Presidente e Assessore Regionale,
le Confederazioni Cobas di Brindisi e di Lecce con la presente chiedono un incontro urgente per portare a termine in tempi brevi la procedura di concessione della cassa integrazione in deroga per le società partecipate Santa Teresa e Alba Service, anche a seguito degli accordi sottoscritti lunedì 27 dicembre 2018 a Bari tra Regione Puglia, Provincia di Brindisi e di Lecce e i sindacati.
Nella nota m_lps.40.REGISTRO UFFICIALE.U.0001116. 04-02-2019 del Ministero del Lavoro a firma del Direttore Generale il Dott. Ugo Menziani , che si allega alla presente, si afferma che: ” come ribadito in precedenti occasioni, si ricorda che, ai sensi dell’art.1, comma 145, della legge n. 205 del 2017, così come modificato dal D.L. n. 44/2018, la competenza per la concessione degli ammortizzatori in deroga è di pertinenza della Regione Puglia, unico soggetto legittimato a valutare la sussistenza dei presupposti necessari all’emanazione del relativo decreto di concessione.
Del resto, la scrivente Direzione Generale nulla conosce delle problematiche aziendali del territorio, che trovano invece nella Regione Puglia l’Amministrazione più indicata per la soluzione delle stesse.”
Il presupposto dell’autonomia delle Regioni in materia è, del resto, evidente nell’art.1, comma 145, della legge n. 205 del 2017, così come modificato dal D.L. n. 44/2018, che recita: “Al fine del compimento dei piani di nuova industrializzazione, di recupero o di tenuta occupazionale relativi a crisi aziendali incardinate presso le unità di crisi del Ministero dello sviluppo economico o delle regioni, nel limite massimo del 50 per cento delle risorse loro assegnate ai sensi dell’art. 44, comma6-bis, del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148, le regioni, a seguito di specifici accordi sottoscritti dalle parti presso le unità di crisi del Ministero dello sviluppo economico o delle regioni, possono autorizzare, per un periodo massimo di dodici mesi, le proroghe in continuità delle prestazioni di cassa integrazione guadagni in deroga aventi efficacia temporale entro il 31 dicembre 2016 e durata fino al 31 dicembre 2017”.”
Considerato che questa situazione sta creando una grave tensione sociale nelle due Province pugliesi coinvolte, si chiede un Vostro intervento legislativo immediato per garantire la proroga della cassa integrazione in deroga anche per il 2019 ai numerosi lavoratori coinvolti.
Il perdurare di questa situazione di incertezza costringerà il sindacato Cobas ad organizzare iniziative di lotta a Bari e a Lecce come è avvenuto nel corso del 2018.
Restando in attesa di una Vostra comunicazione in tempi brevi, si porgono distinti saluti.
Brindisi e Lecce, 05 Febbraio 2019

Confederazione Cobas Brindisi
Roberto Aprile

Confederazione Cobas Lecce
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella