Grazie Claudio Santoni per avere condiviso ed per averci provato a cambiare la sorte degli umili

0
0

Il compagno Claudio Santoni è morto, stroncato da una rapida e feroce leucemia. Claudio,” Iaio”, è stato tra i partecipi della storia dei conflitti di classe a partire dagli anni ’70. Militante del Comitato Politico Enel, poi del Cobas Energia e della Confederazione Cobas, è stato tra i protagonisti delle innumerevoli battaglie che hanno prodotto significativi risultati per i lavoratori e la popolazione.

Basta ricordare:

  • l’epopea della “ B2-B1 operaia”, il passaggio automatico – da operaio comune a specializzato a capo nucleo- che rompeva il controllo e la discriminazione sui lavoratori;
  • lo smascheramento di tangentopoli all’Enel, che ha fatto crollare e spedire in galera, via via i dirigenti della Zona Roma, Distretto Lazio e infine dell’intero Consiglio di Amministrazione, di cui facevano parte tutti i partiti – dal Pci al Msi – sotto la gestione Viezzoli;
  • la diffusione nazionale dell’autoriduzione delle bollette e la conquista dell’ estesa fascia sociale;
  • la plurivittoriosa lotta antinucleare, che primi al mondo abbiamo messo la parola fine alla produzione dell’energia nuclerare.
  • In questa comune esperienza di vita, Iaio ci ha messo e trasmesso la sua dissacrante ironia ed anche quel pizzico di incoscienza giovanile, che è servita a noi tutte/i per superare vari ostacoli di natura politico-sindacale e le difficoltà del vivere, compresa la prematura scomparsa di alcuni di noi.

Grazie Iaio, per avere condiviso ed per averci provato a cambiare la sorte degli umili.

Alla tua famiglia, il cordoglio e l’affetto di noi tutte/i che ti abbiamo voluto bene.

Roma, 16 Febbraio 2013              le/i compagne/i  del Comitato Politico Enel

                                                                          Cobas Energia