Lettera aperta OSS idonei concorso di Foggia

2
0

Con la presente, noi gruppo di idonei della graduatoria di merito del concorso O.S.S di Foggia, ci teniamo ad esprimere tutto il nostro rammarico e delusione per tutti gli avvenimenti susseguitesi in questi mesi.
Ci teniamo a precisare che questa lettera aperta non vuole essere in nessuna maniera un tentativo, come fatto e tanto pubblicizzato sui vari media invece da altre fazioni, che elencheremo in seguito, di alimentare la tanto enfatizzata guerra tra poveri ma la pura e semplice constatazione dei fatti.
Partiamo con ordine e dal lontano 2017 circa quando l’ASL di Lecce indice un concorso per soli ripetiamo soli titoli, in cui per render valida la selezione bastava inserire la qualifica professionale e gli anni anzianità di servizio, iter che bene conosciamo in quanto tanti di noi hanno aderito.
Con qualche mese di distanza il Policlinico Riuniti di Foggia indice altresì un concorso pubblico e ripetiamo la parola concorso, per titoli ed esami, inizialmente per un ristretto numero di posti, successivamente per n. 2445 posti tempo indeterminato.
Tutto questo, di fatto, ha creato due fazioni con l’andare del tempo, da una parte i lavoratori assunti per soli titoli e dall’altra gli aspiranti lavoratori che del suddetto concorso sono risultati vincitori ed idonei, nonostante la quasi totalità dei lavoratori con incarico da avviso rientra anch’esso nella graduatoria.
Da Giugno 2020, data in cui finalmente è stata approvata e resa esecutiva, quindi utilizzabile da tutte le ASL della Puglia, la graduatoria del concorso OSS del Riuniti di Foggia, siamo costretti ad assistere ad una disparità di trattamento legalmente ed eticamente scorretto.
Un esempio è che un idoneo posizionato in graduatoria a ridosso dei vincitori debba aspettare tantissimo tempo per la tanto agognata assunzione nel pubblico a discapito magari di operatori che occupano le ultime posizioni della stessa graduatoria di Foggia ma che stanno già lavorando perché assunti dalla graduatoria per soli titoli.
Questa situazione assurda va a compromettere pesantemente il principio di meritocrazia e la legalità, assistendo con l’andare dei mesi a ingiusti e continui rinnovi.
Ci siamo dovuti far piacere in queste settimane tutto lo spettacolo mediatico in stile strappa lacrime, caldeggiato da diversi professionisti del diritto del lavoratore, che in primis dovrebbero garantire imparzialità, strumentalizzando meschinamente la pandemia in corso e denigrando per l’ennesima volta il nostro operato e la nostra professionalità definendoci inesperti, quando la maggior parte di noi lavora nel privato da anni, avendo affrontato anche noi tre ondate Covid, ma in doveroso silenzio nel rispetto delle tante vittime.
In fine, cronaca degli ultimi giorni, quando tutto sembrava risolto, quando i nostri sforzi sembravano finalmente vedere dei frutti, subiamo l’ennesima e non ultima ingiustizia, la disparità di trattamento contrattuale in quanto gli uscenti lavoratori assunti dalla graduatoria per titoli hanno avuto contratti di sei mesi, arrivando quasi alla soglia dei 36 mesi termine valido per la stabilizzazione, invece a noi idonei di un concorso pubblico con molta probabilità daranno il contentino di 4 mesi di lavoro, ancora una volta al limite se non oltre la legalità. Inoltre, non si possono firmare contratti di 36 mesi e poi prima della scadenza del quarto mese l’ASL di Lecce retrocede dagli accordi sottoscritti.
Alla luce di tutto ciò siamo costretti a dire basta facendo un appello agli organi dirigenziali delle varie Aziende sanitarie, affinché sia applicato il buonsenso ed in primis che sia rispettata la legge.
Chiediamo lo scorrimento della graduatoria a tempo indeterminato così come tanto decantato e promesso anche in sede di esame.
Confidando nella Vostra voglia di rendere la giusta equità distintamente ringraziamo, sperando di non far arrivare questa già incresciosa situazione alla ribalta nazionale e sui tavoli degli organi di giudizio competenti.

Gruppo di Idonei in servizio Concorso OSS di Foggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

51 + = 56