proclamazione sciopero del Salento contro la costruzione del Gasdotto Tap per il 6 Dicembre 2017. Sciopero No Tap!

0
0

Spett.le
Prefettura di Lecce
c.a. Sua Eccellenza Dott. Palomba
Via XXV Luglio
73100 Lecce

Spett.le
Confindustria
Via Vito Fornari, n.12 – 73100 Lecce

Spett.le
Confcommercio
Via Cicolella, 3 – 73100 Lecce

Spett.le
Confederazione Nazionale Artigianato
Via Gaetano Brunetti n.8 – 73100 Lecce

Prot.225/2017
Oggetto: proclamazione sciopero del Salento contro la costruzione del Gasdotto Tap per il 6 Dicembre 2017. Sciopero No Tap!

Sua Eccellenza Dott. Palomba,
la Confederazione Cobas di Lecce sentite le richieste dei cittadini salentini e dei lavoratori sulla preoccupazione per la salute pubblica e per la devastazione del territorio salentino a vocazione turistica proclama lo sciopero per tutte le categorie di lavoratori del settore privato (esclusi i servizi pubblici locali ex legge 146/90) della Provincia di Lecce per mercoledì 06 Dicembre 2017.
La costruzione del gasdotto sta provocando una devastazione del territorio agrario della Provincia di Lecce che da sempre ha avuto una natura incontaminata, infatti il terminale TAP in Italia sorgerà su una delle più belle spiagge del sud pugliese: San Basilio, a due passi da San Foca. Il Salento ha una vocazione agricola e turistica. Le spiagge della marina di Melendugno e del Salento, d’estate sono mete ambite dal turismo balneare italiano e internazionale; questo pezzetto di terra che vive sul tacco dello Stivale, affacciato sul Mare Adriatico, conserva una natura incontaminata che finora è riuscita a difendersi dalla mano dell’uomo e dalla smania di progresso industriale.
Il parere espresso dall’Arpa Puglia sul progetto del gasdotto della Tap per la costruzione del gasdotto afferma chiaramente citando studi, fonti, parametri europei che questo gasdotto è particolarmente pericoloso in una zona, come il Salento, dove persiste una percentuale anomala di tumori polmonari.
L’ incidenza dell’inquinamento prodotto dall’opera su una popolazione già colpita è elevata, oltre a dover considerare diversi inquinanti come anidridecarbonica, benzoapirene, composti organici volatiti, ecc. Particolarmente rilevanti sono gli effetti sanitari dell’inquinamento atmosferico riconducibile agli inquinanti Pm10, Monossido di Carbonio, Ossido e Biossido di Azoto emessi sia nella fase del cantiere che in quella di esercizio.
La qualità dell’aria verrà compromessa da inquinanti che avranno un forte impatto sulla vita e sulla salute dei cittadini salentini. I prodotti tipici salentini sono esposti a questa opera spaventosa.

La qualità del mare verrà compromessa dal Microtunnel che è impattante, e contrariamente a quanto sostiene Tap, inciderà negativamente sulla Posidonia, sul corallo, sul cymodoceto, sulle specie ittiche presenti e sull’attività di pesca.
Quest’opera è dannosa per tutto il Salento, per la salute dei cittadini e per l’intera economia del territorio salentino che si basa sul turismo e sull’agricoltura.

Per tutte le motivazioni su esposte e per la tutela della salute pubblica di tutti i cittadini salentini questa Organizzazione Sindacale Cobas della Provincia di Lecce proclama lo sciopero per il 06 Dicembre 2017.
Non possiamo lasciare in eredità alle future generazioni un Salento devastato da un’opera mostruosa e pericolosa per la salute quale TAP.
No TAP, grazie. Sciopero No Tap né moi né mai!!!

Distinti saluti.

Lecce, 04 Dicembre 2017

Confederazione Cobas Lecce
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

55 + = 57