Provincia di Lecce: I 4 Consiglieri Provinciali che lavorano per la costituzione del Movimento AZIONE E RINNOVAMENTO presentano un’interrogazione sui problemi del personale di Palazzo dei Celestini.

0
0

Inutile sottolineare come l’Amministrazione Provinciale, sin dal suo insediamento, non sia riuscita a creare un buon rapporto di collaborazione con il personale.

L’attenzione per i problemi interni è stata bassa, si è navigato a vista, senza un programma preciso, e cosa ancora più grave il Governo di Palazzo dei Celestini non è mai riuscito a dimostrare interesse ad approfondire i temi che riguardano la gestione delle risorse umane.

Alcune iniziative sono state imposte dalla pressione delle Organizzazioni Sindacali e dalla pressione dei Gruppi Consiliari di opposizione.

Mai una volta in questi anni l’Amministrazione ha spontaneamente ed autonomamente assunto una determinazione che potesse dimostrare capacità e volontà di iniziativa a vantaggio dei dipendenti.

Certamente ha brillato in negativo in molte occasioni, soprattutto nella decisione con cui si voleva licenziare, salvo poi collezionare l’ennesima brutta figura.

Oggi si sta procedendo a recuperare risorse finanziarie dalle retribuzioni dei dipendenti. Quindi cancellazione di alcune indennità e conseguente riduzione degli stipendi.

Quali stipendi?  Per precisione si deve evidenziare che sono quelli degli impiegati che percepiscono poco più di mille Euro mensili onde evitare che qualcuno possa pensare a dei privilegiati.

Ebbene anche in questo caso è sconfortante l’atteggiamento distaccato con cui il tema viene trattato.

Abbiamo presentato una interrogazione con cui chiediamo alla Giunta Provinciale se intende assumere iniziative a sostegno del personale.

Chiediamo se, per esempio, si voglia verificare l’utilizzo del comma 2 dell’articolo 15 del Contratto Nazionale di Lavoro che dà l’opportunità di destinare alcune somme a processi di miglioramento del servizio.

Se si intende avviare Piani di Razionalizzazione, sui quali si è già espressa la Sezione Veneto della Corte dei Conti con deliberazione 513/2012 , nei quali coinvolgere i dipendenti.

Comunque, se questa maggioranza è in grado di far sentire una volta la sua voce pro e non sempre contro.

Anche perché non bisogna dimenticare che i risultati sono il frutto dell’indirizzo politico e del lavoro concreto di chi occupa gli uffici della Provincia.

I  Consiglieri Provinciali:  Sandro Quintana , Mario Pendinelli , Giovanni Sicilano ,  Giovanni Tundo.