Sit-in Cobas in via Miglietta n.5 nei pressi della Direzione Generale dell’ASL di Lecce il 24 Settembre 2018.

0
0

La scrivente Organizzazione Sindacale Cobas ha comunicato al Questore di Lecce che, in data 24 Settembre 2018 in via Miglietta n.5 nei pressi della Direzione Generale dell’ASL di Lecce, si terrà un sit-in dei lavoratori di Tundo S.p.a. dalle ore 11,00 sino alla fine dell’incontro per chiedere il pagamento dello stipendio del mese di agosto ed altre spettanze.
Il futuro incerto dei lavoratori e le precarie condizioni di lavoro impongono un intervento dell’A.S.L. di Lecce per salvaguardare il servizio svolto dal suddetto personale oltre che la qualità dei servizi svolti nei confronti del cittadino.
Alla luce del mancato pagamento degli stipendi alla data odierna si chiede il pagamento diretto dell’ASL di Lecce del mese di agosto per tutti i lavoratori Tundo S.p.a. applicando l’art.30 del codice degli appalti che prevede l’obbligo della stazione appaltante di subentrare all’inadempienza nel pagamento delle retribuzioni da parte dell’appaltatore.

Lecce, 22 Settembre 2018

Confederazione Cobas Lecce

 

COMUNICATO STAMPA ASL DI LECCE
Lecce, venerdì 21 settembre 2018

Vertenza Tundo, la ASL vuole vederci chiaro: ditta e sindacati riconvocati per lunedì 24 settembre

La vertenza Tundo, che riguarda diversi servizi di trasporto per conto della ASL Lecce, va risolta al più presto. L’azienda sanitaria vuole vederci chiaro e per questo ha riconvocato la ditta e i sindacati di categoria per lunedì 24 settembre 2018, alle ore 12 in Direzione Generale.
Nel precedente incontro, datato 6 settembre, la Ditta si era impegnata a pagare gli stipendi arretrati ai dipendenti e l’ASL aveva rimarcato la necessità, prevista contrattualmente, di assicurare con puntualità tali pagamenti, in modo da scongiurare ritardi procedurali, disservizi e conseguenti disagi per la collettività. L’impegno, a quanto è dato sapere, sarebbe stato adempiuto solo parzialmente.
Di qui la nuova convocazione che, temporalmente, segue i contatti che la ASL Lecce ha già avviato con la Direzione Territoriale del Lavoro, prima per chiedere un’opportuna verifica della situazione ai sensi di legge, poi per sollecitare i controlli propedeutici all’attivazione della procedura di “pagamento sostitutivo” degli stipendi dei lavoratori da parte della stazione appaltante, così come previsto dal nuovo Codice degli Appalti.
Nel caso, infatti, che non si trovasse una soluzione definitiva e duratura, per i dipendenti e per il servizio stesso, la ASL Lecce potrebbe provvedere direttamente ai pagamenti. Una decisione, in ogni caso, sarà presa lunedì dopo aver ascoltato le parti e chiarito ogni particolare della vicenda.

http://m.leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=55543&id_rub=59

https://www.corrieresalentino.it/2018/09/vertenza-tundo-lasl-convoca-le-parti-per-lunedi-lintervento-dellavvocata-dostuni-soluzione-bonaria-impossibile-oramai/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

61 + = 64