assunzione per 2445 OSS e scorrimento della graduatoria concorsuale di Foggia

0
0

Spett.le
Regione Puglia
c.a. Presidente Dott.Michele Emiliano

Spett.le
Azienda Ospedaliero Universitaria
Ospedali Riuniti di Foggia
c.a. Direttore Generale Dott.Vitangelo Dattoli

Spett.le
Commissione del Concorso O.S.S. Ospedali Riuniti di Foggia

e, p.c.
Spett.le
Regione Puglia
c.a. Direttore Dipartimento Promozione della Salute Dott.Vito Montanaro

Oggetto: richiesta di assunzione per 2445 OSS e scorrimento della graduatoria concorsuale


La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego di Lecce dopo la pubblicazione della graduatoria definitiva del concorso, il 17 giugno 2020, per l’assunzione di 2445 OSS presso le diverse ASL pugliesi, incentrerà la sua battaglia affinché si concretizzino le assunzioni utilizzando questa graduatoria e lo scorrimento della stessa.
Tutti i giorni sentiamo parlare tanto di progressioni verticali, stabilizzazioni e la scrivente fa presente la preoccupazione dei vincitori che vedono ancora a privilegiare solo ed esclusivamente i contratti interinali, co.co.co. e proroghe di contratti a termine attraverso avvisi pubblici.

Molte lamentele ci sono anche da parte degli idonei, che subendo queste oscenità, sono lì in graduatoria ad attendere chissà per quanto tempo con una speranza che non arriverà mai o meglio, che non vedrà mai luce. Si parla anche tanto di parità tra gli OSS ma tutto questo a cui stiamo assistendo non lo è affatto, è solo un preferire esclusivamente il precariato e altre forme contrattuali e in ciò molte sigle sindacali sono molto brave, mercanteggiando future promesse chiamando telefonicamente i concorsisti, promettendo di aiutarli all’interno delle Asl e dei reparti in cambio di iscrizioni sindacali.
Nei giorni passati abbiamo letto da diverse testate giornalistiche che il Direttore Generale della Asl Bat, il dott. Alessandro Delle Donne, ha deciso di prorogare i contratti agli OSS in scadenza dal 30 settembre al 31 gennaio 2021, motivando questa scelta sul fatto che non è possibile attingere dalla graduatoria, perché ci sono accertamenti in corso e anche perché vuole dare una ricompensa agli operatori che hanno lavorato nel periodo dell’emergenza.
Ma sappiamo benissimo che la graduatoria è definitiva e valida a tutta gli effetti.
Noi Cobas ad oggi diciamo stop alla guerra tra poveri ai rinnovi dei contratti ai precari e sfruttare una situazione emergenziale così grave come il contagio da covid-19, perché si ha come unico e solo obiettivo quello di portare i precari alla stabilizzazione.
Vogliamo rammentare che nella pubblica amministrazione si entra solo tramite il superamento di un concorso pubblico a tempo indeterminato. Questa è l’unica strada legittima e conforme alla legge così come sancito dall’art. 97 della Costituzione, dall’art. 36 comma 2 del decreto legislativo 165/2001 e decreto europeo 1999/70 CE.
I Cobas continueranno a portare avanti questa battaglia, affinché le assunzioni del personale OSS avvengono solo ed esclusivamente dalla graduatoria concorsuale e dallo scorrimento celere della stessa e fino a quando non vedremo realizzarsi ciò, continueremo a far sentire la nostra voce in tutti i modi e saremo disposti a tutto pur di far valere i diritti dei vincitori e idonei, in quanto solo in questo modo si possono garantire i Livelli Essenziali di Assistenza e il rafforzamento, dopo il periodo di emergenza, del Servizio Sanitario Regionale pugliese.

Lecce, 7 luglio 2020

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Pubblico Impiego
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − = 18