Commissione per ricerca posti Covid nei vari presidi ospedalieri salentini.

0
0

Spett.le
Regione Puglia

Spett.le
Azienda Sanitaria Locale (A.S.L.) Lecce

Oggetto: Commissione per ricerca posti Covid nei vari presidi ospedalieri salentini.

La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego apprende che la Regione Puglia, attraverso una apposita Commissione che esegue sopralluoghi nei presidi ospedalieri, sta acquisendo notizie circa la possibilità di ricoverare pazienti COVID positivi nei normali reparti di degenza, come da apposita direttiva di qualche tempo fa, in stanze ben definite.
La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego ritiene la Commissione e il fine della stessa una idea malsana, partorita da menti digiune di elementi basilari di gestione sanitaria, che di fatto, non vivono gli ambienti ospedalieri e basano le loro scelte, solo su freddi numeri che, evidentemente, interpretano in momenti di latitanza di critica professione.
I motivi sono facilmente comprensibili anche da menti semplici.
I componenti della Commissione regionale hanno constatato la assoluta carenza di personale, fatto che da solo, dovrebbe sconsigliare tale scelta, poiché per gestire spazi specifici COVID in normali reparti, bisognerebbe avere quasi il doppio del personale previsto in servizio, mentre nella realtà, quasi tutti i reparti sono sotto organico.
La concezione strutturale dei presidi ospedalieri salentini, ad esclusione del DEA, nella migliore delle ipotesi risale agli anni settanta del secolo scorso e questo comporta una enorme difficoltà ad identificare percorsi pulito/sporco; in reparti anche COVID, i percorsi dovrebbero raddoppiare e non intersecarsi mai.
La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego manifesta la propria assoluta contrarietà a questa soluzione nell’interesse dei pazienti e di tutti gli operatori sanitari e si augura che anche le altre sigle sindacali evidenzino analoga posizione ed evitino di vendere la propria dignità e la propria missione, in cambio di piccoli presenti, da spacciare agli iscritti come grandi conquiste.
Questa situazione assurda della sanità salentina ci spinge a ribadire ancora una volta che la problematica ha una sola soluzione: assumere, assumere, assumere, medici, infermieri ed operatori socio sanitari in Asl di Lecce e pulitori del concorso ed altro personale dei Trasporti sanitari in Sanitàservice Lecce.
Si ribadisce che nella Provincia di Lecce bisogna a potenziare le strutture Ospedaliere di periferia grazie alle somme previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (P.N.R.R.).

Lecce, 14 Agosto 2022

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Pubblico Impiego
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

− 1 = 3