Cosa succede nell’igiene ambientale?

0
0

Nel giugno scorso, Cgil, Cisl,Uil e Fiadel hanno sottoscritto un verbale di intesa con Federambiente sul contratto unico di settore stabilendo le scansioni temporali degli aumenti. Parliamo di pochi euro che non consentono alcun recupero del potere di acquisto, cifre irrisorie diluite nell’arco di un biennio.

Gli stessi sindacati iniziano l’allineamento dei contratti Fise e Federambiente, il primo applicato alle aziende private, il secondo alle aziende partecipate da capitale pubblico e privato che svolgono raccolta rifiuti.

Il 17 giugno 2011 era stato sottoscritto il Ccnl Federmabiente, il CCnl Fise siglato pochi mesi dopo (il 21 Marzo 2012). Con l’ultima intesa si attua il riallineamento dei 2 contratti con una perdita economica e di diritti, infatti..

AUMENTI CONTRATTUALI: Gli aumenti contrattuali previsti slittano di tre mesi 

dal 1 luglio al 1° ottobre 2012: € 34,00 ai lavoratori in forza alla medesima data;
dal 1 luglio 2013 al 1° ottobre 2013: € 35,00 mensili integrati da € 5,00 al Fondo della previdenza integrativa Previambiente.(ci riferiamo  al 3° livello, parametro A 130.07):
La stessa indennità integrativa mensile passa da € 24,00, a € 30,00  ma per questo esiguo aumento dovremo attendere il 1° luglio 2013.
Dal 1° luglio 2012 al 31 dicembre 2013 lavoro straordinario, notturno, festivo, nonché i compensi e/o le indennità previsti dal C.C.N.L. Federambiente 30 giugno 2008 saranno  calcolati sulla retribuzione in vigore al 30 giugno 2011.
Le prestazioni di lavoro straordinario sono cosi’ ridefinite: straordinario diurno feriale: 15% sulle prime 50 ore annue; 31% sulle ore annue eccedenti;straordinario diurno festivo: 65%; straordinario notturno feriale: 50%; straordinario notturno festivo: 75%. festivo diurno: 50%; festivo notturno: 75%. Cosa cambia rispetto a prima? Si aumentano leggermente le maggiorazioni ma si permette alle aziende di usufruire di una cinquantina di ore di straordinario con una maggiorazione che è la metà di prima. In questo modo risparmieranno sulle assunzioni stagionali e renderanno quasi obbligatorio lo straordinario!
 I turni di lavoro che iniziano alle  04,00 del mattino vedranno la ora tra le 05 e le 06 considerata non come notturno ma come ora diurna da maggiorare solo del 20%.

I  lavoratori che normalmente prestano servizio di domenica  – con riposo settimanale in altro giorno della settimana – saranno “compensati” con un'indennità di € 4,13, indennità che solo dal 1 settembre 2012 passerà a 7 euro. In questo modo costringeranno molti lavoratori al lavoro festivo cavandosela con 7 euro.

Il COBAS  igiene ambientalecobas lavoroprivato giudica negativamente questi processi che avvengono nell’interesse delle associazioni datoriali (padronali) e non dei lavoratori. Ma ancora più grave è la situazione in cui si trovano le migliaia di lavoratoritrici che pur operando nell’igiene urbana continuano ad avere un contratto ancora più sfavorevole come quello del Multiservizi e delle cooperative sociali. All’orizzonte non c’è alcun miglioramento delle loro retribuzioni e anche le promesse di Cgil Cisl Uil  di estendere alle cooperative il contratto Fise sembrano essere finite nel dimenticatoio. La verità è una sola: per Cgil Cisl Uil prima vengono gli interessi dei Comuni e di chi amministra le Cooperative, poi si parla dei lavoratori. In questo modo, chi lavora in cooperativa continua ad essere sfruttato, deriso e sottopagato. Noi non vogliamo più attendere: basta con i contratti al ribasso nelle cooperative che operano nell’igiene ambientale.

COBAS LAVORO PRIVATO