“Le proteste non sono terrorismo”: il precario Ugo sfida la Casta

0
0

Ugo, precario della sanità, racconta a modo suo, ne“Il precario 'Ugo' sfida la privilegiata casta”, le lotte della Primavera dei diritti “araba”; degli “Indignatos spagnola”; dei “Precari italiani”, dell’estate calda londinese. Ugo, precario della sanità, racconta le lotte della Primavera dei diritti “araba”; degli “Indignatos spagnola”; dei “Precari italiani”; dell’estate calda londinese e quelle particolari della “Regina della pace di Medjugorie”. Il mondo ha necessità di un “nuovo popolo” (Messaggio del 2 agosto 2011 della Regina della Pace di Medjugorie), limpido ed umile come Maria e come Lei capace di aprirsi a Dio.

Nell’era della globalizzazione l’egoismo, del mondo finanziario, politico, e imprenditoriale – che detiene la totale ricchezza del mondo – può essere rotto solo se uniti: “tutti insieme con mio Figlio potete cambiare tutto e guarire il mondo”.

Le Caste oggi come ieri, attente solo ad accumulare ricchezza, sottraggono dignità e denaro, causano disagio sociale, povertà, diseguaglianza, in altre parole “loro” creano oligarchia e dittatura. La Madonna e i giovani delle piazze mondiali, ci ricordano la necessità di solidarietà, condivisione, democrazia e un animo umile e limpido dei nostri governanti, indispensabili come la preghiera per raggiungere un mondo di pace, nella quale lei è Regina. Le proteste, le ribellioni, l’occupazione delle piazze, che culminano in gesti estremi, sono i segni tangibili di un disagio, non voluto comprendere, pertanto bisogna ascoltare, condividere, ed infine risolvere.

Etichettare la protesta quale atto terroristico, per giustificare reazioni forti e sproporzionate delle forze armate autorizzate a sventrare le folle lasciando corpi inanimi sulla terra nuda è l’estrema sintesi della dittatura dei governanti i paesi democratici.

GLI AUTORI

Domenico Cirasole

Nato a BARI il 09/06/1973 è il Fondatore e Direttore del sito www.gadit.it (Guida al diritto italiano). Coniugato dal 2004 è attualmente residente in Altamura (Bari). Laureato in GIURISPRUDENZA presso l’Università di Bari nel novembre del 2005, completa la formazione nella stessa Università con un corso di perfezionamento in Diritto penale d’impresa. Inizia pratica forense (avvocato) nel 2005 presso studio legale sito in Altamura. Già infermiere professionale dal 1992, con decennale esperienza nella branca CARDIOCHIRURGICA.

Pubblicazioni:

“Gli intermediari finanziari a riserva residuale ex art. 106-107
T.U.B” (www.tidona.com);

“Market abuse” (www.tidona.com);

“La responsabilità amministrativa dell’ente e i modelli organizzativi” (www.tidona.com)

“Prevenzione dei reati d’abuso di informazione privilegiata nei mercati finanziari: market abuse. I modelli organizzativi ex L. 231/01” (www.tidona.com, www.dirittobancario.it).

Raffaella Giancarla Landriscina

Nata a BARI il 24/07/1970 Coniugata dal 2004 è attualmente residente in Altamura (Bari). Laureata in MEDICINA E CHIRURGIA presso l’Università di Bari nel luglio 1996, completa la formazione nella stessa Università specializzandosi in CARDIOLOGIA nel ottobre 2000. Lavora presso una struttura convenzionata di Cardiochirurgia, Cardiologia ed Emodinamica, per poi contribuire attivamente nell’apertura e nella gestione del reparto U.T.I.C. del presidio ospedaliero UMBERTO I° in Altamura.

In allegato il libro: Il precario Ugo sfida la privilegiata casta.

Fonte://affaritaliani.libero.it/static/upload/il-p/il-precario-ugo-sfida-la-privilegiata-casta