Solidarietà ai Direttori Generali Asl di Brindisi e Bat e rispetto dei principi costituzionali art.97 comma 4

0
0

La Confederazione Cobas Pubblico Impiego Puglia apprende con molta amarezza e stigmatizza fermamente il comportamento di alcune Organizzazioni Sindacali, che in quest’ultimo periodo perseverano nell’alimentare una vera e propria guerra tra poveri, ossia: tra gli Operatori Socio-Sanitari già assunti a tempo determinato dalle Asl pugliesi, che hanno lavorato nei mesi di pandemia, contro chi con merito ha vinto un concorso pubblico e ora pretende il rispetto della legge e del concorso che ha superato.
Tali OO.SS. arrivano addirittura a chiedere l’intervento a gamba tesa da parte della Regione Puglia, pretendendo la rimozione di quei Direttori Generali dell’Asl Bat e Brindisi riluttanti a prorogare il contratto agli Oss attualmente in servizio, suscitando l’indignazione dei lavoratori che comprendono come detta scelta determinerebbe un ulteriore stallo dell’assunzione a cui hanno diritto e che sanno che tale richiesta sarebbe plausibile in qualche Stato autoritario, non in una Repubblica democratica in cui i dirigenti pubblici rispettano quanto stabilito dalla Costituzione, nello specifico: che l’assunzione nelle strutture pubbliche avviene per mezzo di apposita selezione per titoli ed esami e gli amministratori regionali si limitano a gestire quanto di loro competenza, non ad ingerire nell’attività della Pubblica amministrazione.
La Confederazione Cobas, respinge ogni inopportuno condizionamento dei Direttori Generali Asl Bat e Brindisi, e chiede il rispetto del responso determinatosi dal concorso svoltosi presso gli Ospedali Riuniti di Foggia.
Un invito, a tutti gli Operatori Socio Sanitari già in servizio o che lo saranno in futuro presso le Asl pugliesi che hanno trovato stabilità lavorativa con la graduatoria del riuniti di Foggia, a sostenere ed aderire ai Cobas Pubblico Impiego Pugliesi che da sempre si sono schierati dalla parte del concorso quando altre OO.SS. volevano affossarlo con centinaia di ricorsi al Tar con la scusa del servizio svolto e non valutato adesso con la scusa della stabilizzazione dei precari assunti da avvisi pubblici per soli titoli vogliono lasciare a casa i vincitori/idonei di concorso del Riuniti di Foggia.

Lecce, 03 Febbraio 2021

Confederazione Cobas Puglia
Cobas Pubblico Impiego
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 2 = 4