stabilizzazione delle n.108 unità del personale dipendente di Sanitàservice.

0
0

La scrivente Confederazione Cobas Lecce, apprende dagli organi di stampa che: “Il Consigliere Regionale Aloisi Aldo, Presidente del Gruppo di Azzurro Popolare, ha presentato un’interrogazione urgente all’Assessore alla Sanità rispetto all’informativa sindacale Sanità Service, con la quale l’Amministratore Unico, Dott.Luigino Sergio, intende procedere alla stabilizzazione di 108 unità”.
Lo stesso Consigliere regionale Aldo Aloisi afferma che “Le stesse organizzazioni sindacali hanno sempre dichiarato la non procedibilità in tal senso”, tale affermazione fatta dal presidente del Gruppo di Azzurro Popolare non corrisponde al percorso sindacale attuato da diversi mesi dal sindacato Cobas di Lecce volto alla stabilizzazione del personale precario cioè le n.108 unità già in servizio.
Si fa presente al Consigliere regionale Aloisi che la proroga risponde a diverse esigenze, tra le quali dare continuità al servizio svolto dal suddetto personale per la sanità salentina e offrire servizi sanitari di qualità ai cittadini salentini.
Occorre precisare che solo per gli Enti pubblici esiste il divieto di trasformazione dei contratti a tempo determinato senza alcuna selezione, ai sensi dell’art.97 Costituzione e della legge 165/2001.
Le società in house, cioè pubbliche, invece devono garantire la trasparenza e la pubblicità delle procedure di assunzione ma sono comunque soggetti privati.
Per questo motivo devono ottemperare alle norme che prevedono il diritto del personale a tempo determinato a ottenere la stabilizzazione in via preventiva rispetto alle nuove assunzioni in caso di fabbisogno certificato.
Le procedure selettive delle n.108 unità sono state effettuate dai centri dell’impiego della Provincia di Lecce.
Ribadisce Aloisi: “quello che si è verificato in SanitàService di Lecce sarà portato all’attenzione della Corte dei Conti per la valutazione di danno erariale” e “che qualora qualcuno immaginasse di superare arbitrariamente le leggi nazionali in materia di Lavoro, prime fra tutte l’art.97 della Costituzione che sancisce l’obbligatorietà di concorsi pubblici per accedere alla pubblica amministrazione, sarò costretto ad adire le competenti Sedi dell’Autorità Giudiziaria”.
Ad ogni buon fine si fa presente che le assunzioni effettuate dai centri dell’impiego sono valide e legittime anche per il pubblico impiego. Giusto per precisare!
Forse tutto ciò al Consigliere regionale Aloisi non interessa!
Ad ogni buon fine la scrivente O.S. Cobas si dichiara disponibile al confronto per la tutela dei lavoratori precari e chiede a Sanitàservice un incontro per la discussione della vicenda del personale.

Lecce, 18 Novembre 2019

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Lavoro Privato
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

https://www.corrieresalentino.it/2019/11/sanita-service-e-guerra-sullassunzione-di-108-unita-aloisi-non-si-puo-fare-senza-selezione/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

97 − = 91