vaccinazione dei dipendenti dei supermercati, igiene ambientale e dei cittadini in fascia di età tra 70/80 anni.

0
0

Spett.le
Regione Puglia
c.a. Presidente Dott. Michele Emiliano
c.a. Assessore Sanità Dott. Pier Luigi Lopalco
c.a. Direttore Dipartimento Promozione della Salute Dott. Vito Montanaro

Spett.le
Azienda Sanitaria Locale (A.S.L.) Lecce
c.a. Direttore Generale Dott.Rodolfo Rollo
c.a. Direttore Amministrativo Dott.Antonio Pastore
c.a. Direttore Sanitario Dott. Roberto Carlà

Spett.le
Prefettura di Lecce
c.a. Sua Eccellenza Dott.ssa Maria Rosa Trio

Prot.n.097/2021-C.P.I.
Oggetto: vaccinazione dei dipendenti dei supermercati, igiene ambientale e dei cittadini in fascia di età tra 70/80 anni.


La scrivente O.S. Cobas Pubblico Puglia, chiede di conoscere se attualmente il piano vaccinazioni prevede tra le priorità il personale dipendente dei centri commerciali, supermercati e della vendita alimentari, i dipendenti dell’igiene ambientale e i cittadini nella fascia di età compresa tra i 70-80 anni.
I lavoratori dei supermercati e centri commerciali sono i più esposti dopo gli operatori della salute e del soccorso, e per questo motivo dovrebbero essere vaccinati in fretta perché questa categoria di lavoratori è esposta ogni minuto della giornata lavorativa al rischio contagio.
Ci si dimentica che proprio i lavoratori dei supermercati e centri commerciali stanno pagando un duro prezzo alla pandemia e saranno esposti ad un ulteriore rischio di contagio.
Non passa giorno dall’inizio della pandemia senza la registrazione dei contagi nel settore della distribuzione e le varianti del covid-19 ci preoccupano fortemente.
Altra categoria di lavoratori che ha lavorato anche in tempi di pandemia è il personale dell’igiene ambientale che ogni giorno munito di idonei dispositivi di protezione individuale si trova a fare i conti con i rifiuti domestici di persone affette da Covid-19 che sono in isolamento domiciliare.
I lavoratori dell’igiene ambientale tutti i giorni vengono inviati a recuperare i rifiuti domestici del personale che è affetto da covid-19 ma si trovano anche a fronteggiare il rischio nei rifiuti comuni che possono essere di cittadini asintomatici al Covid-19.
Per questi rischi specifici di questa categoria di lavoratori si chiede la dovuta attenzione.
Altra categoria fragile e bisognosa di vaccini sono i cittadini di età compresa tra i 70 e gli 80 anni.
In questa fascia di età ci sono cittadini che sono affetti da patologie a volte anche gravi e dovrebbero avere la stessa attenzione che attualmente stanno ricevendo gli ottantenni e ultraottantenni con la vaccinazione.
In questa fascia di età ci sono tantissimi cittadini che hanno bisogno di particolare attenzione specie se sono affetti da patologie che dimostrano fragilità e sono titolari dei benefici della legge104/92, rafforzando inoltre la vaccinazione domiciliare per gli ultraottantenni che ad oggi è ferma al palo.
Per queste decisioni ci rivolgiamo alla scienza competente in materia e per questi motivi chiediamo alle istituzioni competenti di valutare la vaccinazione anche per queste categorie di lavoratori della distribuzione alimentare, dell’igiene ambientale e per i cittadini compresi nella fascia di età tra i 70 a gli 80 anni.
Distinti saluti.

Lecce, 03 Marzo 2021

Confederazione Cobas Lecce
Dott.Giuseppe Pietro Mancarella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 13 =