Asl di Lecce due giorni di protesta Cobas per le assunzioni da graduatoria

0
0

Il Sindacato O.S. Cobas di Lecce, ha comunicato alla Questura di Lecce che il 09 (lunedì) e il 10 (martedì) gennaio 2023 dalle 9,30 alle 14,00 si terrà un sit-in di protesta a Lecce nei pressi della sede della Direzione Generale dell’Asl in via Miglietta, per le assunzioni a tempo indeterminato per i vincitori/idonei del concorso per n.159 pulitori di Sanitàservice Lecce come già previsto e deliberato da Sanitàservice Lecce per il 1° luglio 2022 e rinnovate in n.81 nel business plan 2023.
La scrivente O.S. Cobas Pubblico Impiego, da sempre ha sostenuto le ragioni dei vincitori ed idonei della graduatoria di n.159 pulitori di Sanitàservice affinché si concretizzino le assunzioni a tempo indeterminato e tempo determinato utilizzando la graduatoria concorsuale e lo scorrimento della stessa.
L’art. 97 della Costituzione comma 4 dispone che: “Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso”, quindi per lavorare a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione si deve superare un concorso pubblico a tempo indeterminato.
Viste le perdite di tempo durate già un anno si torna a chiedere non solo l’assunzione dei 60 pulitori che dovevano essere assunti il 1° luglio, come previsto dalla Determinazione n.17 dell’11.4.2022 Sanitàservice ASL Lecce S.r.l. Unipersonale, ma anche la totale copertura delle vacanze in organico di unità di personale, che è stata accertata dalla stessa Sanitàservice Lecce, mediante i dati riportati sul prospetto relativo al Modello Organizzativo di Fabbisogno del Personale ausiliari/pulitori per l’anno 2022 e rilasciato in ultima versione aggiornata da Sanitàservice in data 5 gennaio 2022 e da cui si evince che, per l’anno 2022 le unità di personale mancanti, in qualità di ausiliari/pulitori è pari a 194,39 unità. Si chiede, inoltre, di aggiungere al fabbisogno di n.194,39 i posti vacanti liberati dai pensionamenti alla data odierna.
Il fabbisogno di personale pulitore con l’attuale business plan è passato da n.194,39 dell’anno 2022 ad appena n.81 dell’anno 2023.
I Cobas continueranno a portare avanti questa battaglia, affinché le assunzioni del personale di categoria A, ausiliari/pulitori vengano effettuate come previsto dalla legge solo ed esclusivamente dalla graduatoria concorsuale di Sanitàservice che vede n.159 vincitori e per lo scorrimento celere della stessa per gli idonei.
Altra richiesta è legata al fabbisogno di personale del servizio Emergenza e Urgenza 118 poiché n.165 unità sono poche visti i pensionamenti già avuti e si ribadisce lo scorrimento della graduatoria degli idonei oltre a tutte le assunzioni nel più breve tempo possibile.
Altra richiesta è l’assunzione di personale per i Trasporti Secondari dove vi è carenza strutturale e chiedendo l’assunzione dei vincitori delle sentenze e degli esclusi dall’internalizzazione dello scorso anno.
Per quanto riguarda il servizio del trasporto secondario si chiede di procedere con le assunzioni previste dal bando di internalizzazione del trasporto secondario dei lavoratori aventi diritto per clausola sociale, esclusi ingiustamente e reintegrati in graduatoria utile dal giudice del lavoro da aprile 2022 hanno sostenuto le idoneità mediche ed erano stati invitati a firmare i contratti prima del blocco regionale delle assunzioni ed ancora oggi non hanno avuto risposta.
Asl di Lecce ha comunicato risparmi di circa 5 milioni di euro annui e di 15 milioni nel prossimo triennio.

Lecce, 05 Gennaio 2023

Confederazione Cobas Lecce
Cobas Pubblico Impiego
Dott. Giuseppe Pietro Mancarella