OMFESA: la tutela dei lavoratori al primo posto!

0
0

La discussione nell’odierno Consiglio provinciale della vertenza Omfesa, su richiesta avanzata dal gruppo PD ai primi di settembre scorso, ha permesso all’Assise consiliare di prendere ufficialmente atto della grave situazione dello stabilimento trepuzzino. Ad oggi, dobbiamo registrare il diniego degli istituti di credito coinvolti nell’erogazione del prestito (di circa 1,6 milioni di euro) ed il conseguente fallimento della, seppur meritoria, iniziativa avviata dalla Prefettura con l’attivazione di un apposito “tavolo”. La mancata disponibilità delle banche conferma la sostanziale fragilità di Omfesa, più volte ribadita dal sottoscritto rappresentante provinciale del territorio. Fiducia del richiedente, dinamicità aziendale, bontà del piano di impresa, analisi di bilancio accurata sono alcuni degli elementi di valutazione ai fini di un finanziamento. Evidentemente, gli istituti di credito non erano convinti della capacità di Omfesa di reggere il mercato o della redditività delle commesse oppure esistono situazioni di incaglio finanziario che, al di là delle commesse aggiudicate per quasi 30.000.000,00 di euro, rendono impossibile l’erogazione del prestito. In questo momento emerge forte la necessità di avere chiarezza e di tutelare i lavoratori che continuano ad attendere il saldo, pari al 15% di arretrati dovuti  secondo un accordo siglato in Prefettura. Inoltre, sarebbe forse il caso di verificare la procedura della CIG in deroga, giacché gli stessi non percepiscono l’indennità da settembre. La necessità di scongiurare il baratro aziendale impone a tutto il territorio un impegno responsabile, per contribuire nel tentativo disperato di salvare una realtà produttiva che rappresenta una componente rilevante del sistema economico locale.

Provincia di Lecce

Gruppo Consiliare Partito Democratico

Il Consigliere                                                                

 Alfonso Rampino